The new iPad

Il nuovo Apple iPad, un’occasione davvero persa (di nuovo)?

Emanuele Cisotti -

Oggi è il giorno del “nuovo iPad“, almeno in casa Apple. Il giorno in cui la tavoletta più famosa del pianeta si rinnova, perde il numero di versione (come la quasi totalità dei prodotti Apple) e aggiunge piccole novità, irrilevanti per molti, fondamentali per alcuni.

Come facciamo quasi ogni volta che viene svelato un prodotto Apple (e non solo), vogliamo quindi analizzare questo dispositivo rispetto a quello che Android ha fatto o può fare per compere e fare meglio. La realtà è che a un anno di distanza dalla presentazione di iPad 2 molto poco è cambiato. Samsung continua a proporre tablet di ogni tipo e misura, ASUS si rinnova con prodotti multifunzione, Huawei entra (di nuovo) nel mondo delle tavolette, mentre però LG e HTC decidono di aspettare “e guardare”.

Benché in molti ancora si domandino a cosa possa servire un tablet, in “ancora di più” lo stanno acquistando e quasi sempre è marchiato Apple. Oggi, dicevamo, è il giorno del nuovo iPad che, ammettiamolo, non aggiunge niente di realmente nuovo dal punto di vista tecnologico, ampliando però comunque quel gap che in più casi ha messo in imbarazzo le controparti Android. La cosa peggiore, e lo diciamo a malincuore, è che rispetto alle nostre considerazioni dell’anno scorso quasi nulla è cambiato: Apple presenta un prodotto quasi subito disponibile, in poche versioni ma ben distribuite e dai prezzi ben definiti.

Apple ha poi calcato la mano sul display, proponendo una risoluzione mai vista prima: 2048 x 1536 pixel. Quello che però, a nostro giudizio, fa realmente la differenza sono le applicazioni che Apple propone per l’utilizzo giornaliero. Qualche nome? iMovie, iWork, Garage Band e da oggi anche iPhoto. Tutti programmi che appena aperti ci rendono subito produttivi in un istante e con facilità.

A distanza di un anno non molto è successo nel panorama Android, se non l’arrivo di Ice Cream Sandwich che ha nostro parere rende i tablet Android per la prima volta realmente competitivi, e per fortuna poco è successo anche in casa Apple.

Adesso cari produttori sta a voi. Cosa vi aspettate dai tablet Android? E da quale azienda?

Aggiornamento: visto che molti non hanno colto il senso del discorso, qui non stiamo parlando del nuovo iPad, quanto piuttosto di quello che Android ha fatto / non ha fatto e dovrà fare. Nessuno vuole omettere le caratteristiche tecniche che trovate elencate molto chiaramente qui.

Apple