musicplay6

Google Music si aggiorna a Play

Nicola Randone -

Dopo la notizia dell’unificazione di buona parte dei servizi multimediali di Google sotto il nome Play, è toccato anche all’applicazione Music di aggiornare logo e nome in linea col nuovo concept di Big G.

Per quanto riguarda la versione italiana, di nuovo c’è davvero poco: a parte il nome, diventato Google Play Music, gli utenti italiani apprezzeranno solo un piccolo ritocco grafico all’icona dell’applicazione. Negli States invece è già possibile condividere le canzoni acquistate (quindi non quelle caricate dal nostro computer) con gli amici di Google+ permettendogli una sola riproduzione gratuita, e poi chiaramente acquistare canzoni direttamente dall’app.

I mancati accordi tra Google e le Major discografiche, SIAE in testa, oltre a limitare le funzionalità dell’applicazione per gli utenti italiani, non permettono ancora di installarla da Google Play Store (sarà dura abituarsi a non chiamarlo più Market), tuttavia grazie ad XDA possiamo scaricare il relativo .apk dal thread ufficiale ed installarlo sul nostro smartphone.

In conclusione credo sia opinione comune che il servizio meriti di entrare rapidamente nelle case di tutti e la notizia che Google non sia soddisfatta dei numeri non ci stupisce più di tanto (nè ci fa temere riguardo l’eventuale abbandono del servizio) visto che al momento Music Play è fruibile solo negli Stati Uniti. Certo, per noi Italiani (e non solo) il cambio del logo e l’unificazione di Music, Book, Movies e App Android ha poco senso visto che da sempre l’accesso è riservato alle sole applicazioni. D’altro canto possiamo solo continuare a sperare in una rapida risoluzione degli interessi delle “lobby musicali” in favore di un servizio che piace molto e che ritengo sia un peccato confinare ad un limbo senza tempo per colpa del vil denaro.