HTC One X, prova

HTC One X, la nostra anteprima MWC 2012

Lorenzo Delli -

HTC One X: il nuovo superphone di HTC porta con se caratteristiche hardware di ultimo grido combinate con il design che contraddistingue da sempre gli smartphone della casa coreana. Facciamo in primis un breve sunto proprio delle caratteristiche hardware di HTC One X: CPU Nvidia Tegra 3 quadcore, 1GB di RAM DDR2, display da 4,7 pollici Super LCD 2 a 720p (risoluzione 1280×720), fotocamera posteriore da 8 MPx con f/2.0 e registrazione video a 1080p. Il sistema operativo è Android 4.0.3 Ice Cream Sandwich personalizzato da HTC con l’ultima versione dell’interfaccia proprietaria Sense. L’HTC One X è dotato di una memoria interna di 32 GB non espandibile; inoltre la batteria non è estraibile e il dispositivo sarà compatibile solo con microSIM (vi ricorda qualcosa?).

La cosa che sicuramente ci ha più colpito è l‘estrema leggerezza del dispositivo: appena 130g che, per un display da 4,7 pollici, è sicuramente poco. Il design curato, il display luminosissimo e dettagliato e il peso contenuto giustificano quindi in parte il prezzo del dispositivo (Expansys lo ha in preordine a 599€).

Sempre a favore dell’HTC One X bisogna ammettere che il lavoro svolto sull’applicazione dedicata alla fotocamera è davvero notevole. C’è da dire che il software proposto agli utenti con Ice Cream Sandwich era già di per sè un passo avanti ma HTC ha sviluppato ed apportato delle notevoli modifiche. Una delle più rilevanti è sicuramente la possibilità di realizzare fino a 99 scatti consecutivi per poter poi decidere con calma quali sono quelli più meritevoli (se ad esempio state assistendo ad uno spettacolo pirotecnico sarà sufficiente puntare lo smartphone al cielo, premere e decidere successivamente quali scatti preservare). Inoltre durante la registrazione video è possibile catturare velocemente scatti fotografici che saranno salvati nella vostra galleria proprio durante la registrazione (questa opzione è disponibile anche con ICS stock).

Il software “Car Kit“, l’applicativo dedicato alle funzioni di navigazioni, ha subito un restyling grafico, con l’apporto di alcune notevoli funzioni aggiuntive. Con lo smartphone in modalità navigazione sarà possibile, con un semplice swype a sinistra o a destra, esplorare la vostra libreria musicale, ascoltare radio in streaming o effettuare chiamate, il tutto con un interfaccia semplificata e dotata di tasti più grandi, ottimizzati appunto per l’utilizzo alla guida.

Forse un po’ esagerata la personalizzazione apportata da HTC all’interfaccia tipica di Ice Cream Sandwich: per farvi un esempio banale, per aggiungere gli widget alle schermate sarà necessario, così come con Froyo o con Gingerbread, tenere premuto sulla schermata per accedere all’apposito menù. Anche il task manager/killer è stato sostituito: invece di sovrapporsi alla schermata attualmente in utilizzo si aprirà un’apposita interfaccia con anteprime più grandi dei task in esecuzione.

Vi lasciamo infine con la nostra anteprima (ovviamente in italiano) del nuovo superphone di HTC.

HTC One X

HTC One X

confronta modello

Ultime dal forum:

HTC One XMWCmwc 2012video