Epson Moverio BT-100: il visore multimediale con Android 2.2. La nostra prova

Erika Gherardi -

Forse ve li ricordate dal CES e magari vi siete chiesti come funzionano e se valgano o meno la spesa. Noi il Moverio targato Epson, ossia il primo HMD con il sistema operativo made in Mountain View, l’abbiamo provati ieri sera per le strade di Milano, tra lo sconcerto dei passanti e l’estremo divertimento di chi l’ha sfoggiato con orgoglio.

No, non chiamateli occhiali perché è riduttivo. Il termine corretto è HMD, ossia Head-Mounted Display o visore multimediale in italiano, basato sulla tecnologia see-through il che vuol dire che non solo abbiamo uno schermo sempre a nostra disposizione ma che le lenti sono trasparenti per permetterci di non perdere mai il contatto con la realtà. La sensazione è quella di indossare un paio di occhiali che vi permettono di avere davanti una sorta di schermo, che raggiunge i 320″ a 20 metri di distanza, fluttuante nell’aria e capace tanto di intrattenervi quanto di aiutarvi nello svolgere la vostra attività lavorativa. Moverio è pensato per adattarsi a qualsiasi tipo di utente tanto da un punto di vista funzionale quanto da un punto di vista legato all’estetica e al comfort, quindi trovate due tipi di naselli che si adatteranno al vostro naso in modo da non far scivolare il visore e potrete regolare la parte finale delle bacchette con un’apposita levetta che vi permette di stringerle o allargarle in base alla vostra testa.

Perchè ne parliamo su AndroidWorld? Semplice. Perché il cuore pulsante di questo nuovo gioiellino Epson è Android 2.2 che a noi, a dire il vero, ha fatto un po’ storcere il naso. Ci aspettavamo qualcosa di un po’ più recente, ma bisogna ammettere che anche Froyo fa bene il suo lavoro e il launcher scelto da Epson, diviso in 5 caroselli contenenti fino ad 8 applicazioni ciascuno, rende tutto molto fluido e veloce. Una sorpresa che non abbiamo particolarmente apprezzato è stata la mancanza dell’Android Market, assente più per motivi burocratici che per volere di Epson e sostituito per l’occasione da GetJar. Quindi si, potete installare tutte le applicazioni che volete ma lo dovrete fare con Market alternativi o apk, ma no, questo non vi autorizza alla pirateria libera.

Il visore è collegato ad un’unità tascabile che svolge tre funzioni diverse: ci permette di navigare nei vari menu, alimenta l’HMD  ed è l’intermediario che utilizziamo per caricare file sul nostro Moverio tramite cavo USB. L’unità comprende un trackpad touch, una croce direzionale e 5 tasti:

  • Home
  • Menu
  • Indietro
  • Regolazione della luminosità
  • Switch 2D/3D

Inoltre abbiamo, lungo il cavo che porta dall’unità al visore, un pulsante che permette di accendere e spegnere lo schermo, che vi assicuriamo essere molto utile quando dovete attraversare la strada.

Alla pratica cosa possiamo fare con questo Moverio? Beh un po’ di tutto in teoria: dalla navigazione in internet alla fruizione di contenuti multimediali, dal giocare (ma non aspettatevi regga Shadowgun) al leggere i documenti, dall’utilizzo di Street View fino all’ascolto di musica tramite le apposite cuffie in dotazione. Indubbiamente quello che noi abbiamo apprezzato maggiormente è la possibilità di guardare film ovunque e in qualunque momento, con la possibilità di attivare il 3D con l’apposito tasto per i contenuti che lo prevedono. Moverio legge i file video MPEG4 e H.264 con audio in MP3 o AAC che sfrutta la tecnologia Dolby Mobile, quindi niente vi vieta di godervi un buon filmato a 720p, sperando che in futuro venga implementata anche la lettura degli .mkv. Naturalmente la presenza della connessione wifi vi permette di guardare anche video di Youtube, sia tramite l’apposita applicazione che da browser, sfruttando il flash player preinstallato nel dispositivo. Vi assicuriamo che la fruizione di contenuti multimediale raggiunge veramente altissimi livelli con questo dispositivo, soprattutto se usate la mascherina per la schermatura della luce o se avete una superficie scura a disposizione (guardando il cielo milanese il risultato è stato spettacolare).

L’Epson Moverio BT-100 costa 599 euro IVA inclusa e al momento non è acquistabile anche se lo potete trovare a listino sul sito Epson. È prevista comunque una distribuzione su larga scala quindi attendiamo con ansia di vederlo sugli scaffali dei maggiori rivenditori. Nella confezione troverete:

  • Adattatore CA
  • Cavo USB
  • 2 auricolari rimovibili
  • Custodia semirigida per il trasporto
  • Schermatura per la luce
  • Scheda Micro SDHC da 4 GB
  • Gancetti per occhiali
  • Guida per l’utente
  • Scheda di registrazione
  • 2 naselli

A noi questo Moverio è piaciuto parecchio anche se rappresenta soltanto una base su cui Epson lavorerà per poter creare nuovi visori multimediali adatti alle esigenze dei consumatori, magari con l’ integrazione di un modulo per la connessione 3G e della geolocalizzazione. Le possibilità a cui è aperto questo prodotto sono infinite: potremmo usarlo per il turismo, come guida nei musei, come passatempo su treni e aerei grazie alle 6 ore di autonomia, come strumento per lavorare anche fuori dall’ufficio o fuori di casa. Tutto questo senza mai perdere ovviamente il contatto con la realtà. Indubbiamente ci sono cose su cui dovranno lavorare in Epson: il peso e le dimensioni non lo rendono comodissimo per una passeggiata in città e l’unità con cui navighiamo nei menu ha dei limiti non indifferenti (poco comodo, poco rapido, poco intuitivo in alcuni casi e poco rispondente in altri) ma nel complesso è un buon prodotto che vi farà sentire con un piede nel futuro.

Per ulteriori informazioni, compresa la scheda tecnica e le foto dell’evento svoltosi ieri a Milano, vi rimandiamo al sito web dedicato.

android 2.2