Trova i testi delle tue canzoni preferite con musiXmatch

Erika Gherardi

Vi sarà capitato almeno una volta da quando vi siete imbattuti in Android di ascoltare della musica sullo smartphone e aver bisogno del testo di una canzone, che non sempre è contenuto nei metadati dell’mp3. Se cercarlo su Google è troppo lungo e poco soddisfacente perché dovete ricorrere al pinch-to-zoom per leggere qualcosa, allora vi farà comodo musiXmatch.

Chiariamo subito un punto: di musiXmatch sul Market ne trovate due. Uno integra un player, che a noi non è particolarmente piaciuto, e l’altro invece è “solo” un database per i testi ed è quello di cui vi parleremo in questo articolo. Il motivo di questa scelta è presto detto: molti di noi, così come molti di voi, preferiscono usare il player predefinito, mentre altri amano app più complete per l’ascolto di musica, come Winamp o PowerAMP, quindi proporvi un nuovo lettore musicale con caratteristiche basilare e incapace di offrire qualcosa di più all’utente ci sembrava inutile.

Il musiXmatch di cui vi parliamo oggi si comporta invece come una sorta di plugin che si integra perfettamente con i più famosi player, tra cui:

  • player di default di Android
  • Winamp
  • Google Music
  • Player Pro
  • MIUI Music Player
  • PowerAmp

Che significa? Semplicemente che ogni volta che andrete a far partire una canzone musiXmatch andrà a cercarvi automaticamente, senza che voi dobbiate metterci mano, il testo del brano in esecuzione. Naturalmente possiamo usare l’applicazione anche in modo più tradizionale, ossia aprirla dal drawer e cercare i testi tramite l’apposita funzione posta nella schermata principale.

Oltre a Search, troviamo altre tre pulsanti: Trending, Favorites e Settings. Trending ci mostrerà i testi delle canzoni più cercate mentre Favorites raccoglie i nostri preferiti, aggiungibili direttamente dalla schermata del testo tramite l’apposita icona a forma di cuore, posta accanto al tasto della condivisione e a quello che ci permette di visualizzare le altre canzoni del medesimo artista. I settaggi sono piuttosto carenti e infatti ci permettono soltanto di abilitare o disabilitare le notifiche e di fare pulizia.

A noi musiXmatch è piaciuto particolarmente come “plugin”, perché si integra bene con i vari player musicali, non è invasivo e può contare su un database enorme. Il testo bianco su sfondo scuro poi risulta sempre molto leggibile, anche se vi mettete a cantare con gli amici a mezzanotte in mezzo ad un parcheggio.