spray-on-antenna

Chamtech presenza una rivoluzionaria tecnologia per antenne

Nicola Ligas -

Solve for X è un ambizioso progetto di Google: un brainstorming volto a risolvere problemi su scala mondiale che si è tenuto grazie al patrocinio di BigG ed Eric Schmidt un paio di settimane fa. Proprio in questo convengo ha preso la parola Rhett Spencer, CTO di Chamtech Enterprises, che presentato una nano antenna spray che promette di rivoluzionare il settore mobile.

In realtà questo progetto è stato concepito per usi militari, dato che l’esercito aveva bisogno di un sistema che potesse essere facilmente celato al nemico, cosa che non può dirsi delle antenne tradizionali. Chamtech propose così una soluzione in grado di essere dipinta su praticamente qualsiasi superficie (alberi, palazzi, ed anche preesistenti antenne) e capace di trasmettere e ricevere radio frequenze in maniera assai migliore dei classici fili di rame.

L’origine non sarà delle più nobili, ma in fondo anche internet stesso è derivato da usi militari, quindi per adesso non ci lamenteremo troppo di questo punto, anche perché i risultati sembrano strabilianti: un cellulare sarebbe in grado di trasmettere al doppio della distanza con lo stesso dispendio energetico, il che in altri termini porta a trasmettere alla stessa distanza attuale con metà del consumo.

L’antenna spray è stata testata su tag RFID aumentandone il raggio da 1,5 a 215 metri, mentre su un iPhone c’è stato un aumento di potenza di circa il 40%.

Chamtech è attualmente alla ricerca di partner con i quali collaborare per la diffusione della sua tecnologia, che nel frattempo ha già messo in vendita con l’ambigua etichetta “chiamate per sapere il prezzo“.

Sebbene non ce la sentiamo di gridare al miracolo senza delle prove più concrete di qualche dato privo di fonti autorevoli, le premesse puntano decisamente in alto; vedremo se e quando saranno mantenute.

Fonte: Fonte
video