Tablet P story

Sony mostra un prototipo del Tablet P e ne racconta la storia

Nicola Ligas

Dei due tablet di Sony, il tablet P è senz’altro quello più sfuggente, tanto che anche noi non abbiamo ancora avuto modo di recensirlo a dovere. La sua storia è in realtà più lunga di quanto non si potrebbe pensare perché, come rivelato da Takeshi Goto (capo della produzione dei VAIO e del settore mobile), il clamshell Android è passato attraverso vari mockup (uno dei quali realizzato sulla base di un portafoglio da 4$) successivi all’era dei PDA, per giungere fino ai giorni nostri.

Tra questi due opposti punti nello spazio-tempo, Sony ha testato varie dimensioni dello schermo, da 5 a 7 pollici, prima di optare per il diplomatico 5.5” odierno, dovuto anche a limitazioni imposte dall’hardware; alla fine comunque le sue dimensioni sono risultate praticamente identiche ad uno dei mockup da 7 pollici.

Successivamente Sony ha utilizzato un paio di VAIO UX per alimentare un prototipo dual-screen: all’epoca Windows e la piattaforma x86 erano ancora un’opzione, ma sappiamo tutti com’è finita questa storia, con la scelta di Android e ARM.

Se siete interessati al racconto originale vi rimandiamo alla versione tradotta di Engadget Cina, che ha avuto la fortuna di ascoltare il racconto di Goto. Qui sotto trovate inoltre le prove fotografiche che dietro questa “leggenda” si nasconde un fondo di verità; peccato solo che un modello dalla storia tanto lunga non abbia avuto il successo sperato.

Fonte: Fonte
Sony Tablet P

Sony Tablet P

confronta modello

Ultime dal forum:

  • dal forum 01-01-1970 - 00:00