Pubblicità KDDI

L’operatore giapponese KDDI ha smesso di inviare pubblicità nella barra delle notifiche

Nicola Ligas

Gli utenti Giapponesi possono tirare un sospiro di sollievo perché ce l’hanno fatta: come infatti avevamo auspicato le loro proteste sono servite a far recedere l’operatore KDDI dall’invio di pubblicità non richieste nella barra delle notifiche di Android.

L’escamotage in base al quale il market alternativo preinstallato nei telefoni col suo marchio veniva sfruttato a questo scopo è in effetti piuttosto subdolo, tanto più se consideriamo che KDDI è il secondo più grande operatore telefonico nipponico.

Dal canto suo KDDI sostiene che si trattava solo di pubblicità interna e che i dati dei suoi utenti non erano stati rilasciati all’esterno, sebbene con un update del suo market proprietario venisse chiesto licenza proprio tal senso, cosa che in molti hanno concesso magari inavvertitamente; alla fine quindi le lamentele sono state così significative che l’operatore è stato costretto a rivedere “il modo di comunicare con i suoi utenti”.

E se da tutto questo dovessimo trarre una morale, potrebbe essere “operatore avvisato, mezzo salvato”: non seguite le orme di KDDI.

Fonte: Fonte