Photo Grid: l’app per i collage

Erika Gherardi

La tendenza nel mondo delle app fotografiche la conosciamo tutti: invecchiare le foto con filtri particolari, sfruttando il successo avuto da Instagram sui dispositivi Apple. Ma fortunatamente  il mondo dei software dedicati alla fotografia non è costituito solo da meri tentativi di riportare in auge la famosa Polaroid. È il caso di Photo Grid, un’app decisamente ben realizzata e dedicata agli amanti del collage.

La schermata principale di quest’applicazione ci permette di decidere che tipo di collage effettuare:

  • Grid (a griglia)
  • High (una foto sopra l’altra)
  • Wide (una foto accanto all’altra)
  • Multi (quasi casuale e probabilmente il più creativo)
  • Single (una foto sola)

Una volta scelto il modello dovremmo selezionare la cartella da cui prelevare le foto e poi le immagini che ci servono per realizzare il nostro collage; quando abbiamo selezionato con cura le nostre immagini, tappiamo su Create e vi troverete di fronte alla vostra bella opera. Se la disposizione non ci piace possiamo scegliere di cambiarla usando l’accelerometro, quindi con uno shake, oppure tramite le frecce posizionate in basso; a lato o sopra, dipende dalla disposizione attuale della composizione, trovate anche un’icona che vi permette di passare da portrait a landscape e viceversa in base ai vostri gusti.

Tutto qui? No, fortunatamente non è tutto qui. Nella parte superiore della schermata troviamo i tasti Save, Share e Edit, che ci permettono appunto di salvare, condividere e modificare il nostro collage. Il menu per le modifiche riprende alcune funzioni accessibili anche dalla schermata principale, come rotazione e spostamento delle varie fotografie in posizioni diverse, e ne presenta alcune nuove: scelta dello sfondo (Background), possibilità di convertire un’immagine in un disegno a matita (Sketch) e Zoom.

Per quanto riguarda le impostazioni, vi accediamo tappando sull’apposita icona nella schermata iniziale e sono solo due: formato dell’immagine per il salvataggio e formato per la condivisione.

Nel complesso l’applicazione ci è piaciuta parecchio: molto intuitiva, dall’interfaccia accattivante e diversa dalle solite applicazioni fotografiche. E poi è gratuita, quindi perché non darle una chance e provarla?