motorola-stay-unplugged

“Stay Unplugged” è lo slogan di Motorola per il CES: cosa starà preparando?

Nicola Ligas -

In un video teaser appena rilasciato, una curiosa porta USB, lasciata sola sul tavolo di marmo di una luminosa casa, piange sconsolata perché nessuno vi si collega. Stay Unplugged! ci dice Motorola. E noi non possiamo fare a meno di chiederci cosa significhi.

La riposta potrebbe avercela data Dan Moloney, presidente di Motorola Mobility:

La gente vuole sempre e dovunque accesso alla propria vita digitale. La nostra suite di premiati prodotti si rivolge ai nuovi modi in cui le persone abbracciano il loro nuovo stile di vita sempre online anche a casa. Stiamo assistendo ad un maggior consumo di più servizi multimediali e legati allo stile di vita attraverso dispositivi diversi. Questo offre l’opportunità senza precedenti ai fornitori di servizi di differenziarsi ottimizzando di tutte queste esperienze convergenti. Al CES, Motorola mostrerà tutta una serie di nuovi prodotti che spianeranno la strada ad un nuovo livello di connessioni casalinghe.

Traducendo concretamente questo discorso un po’ altisonante, il riferimento è a 4Home Connected Gateway, una box che permette di accedere alla rete di casa da smartphone, tablet o PC, e di collegare vari servizi di domotica per il controllo, la sicurezza e la gestione del risparmio energetico casalingo.

Inoltre non possiamo non citare MotoCast, un servizio presente in America già da tempo, che consente lo streaming di contenuti multimediali e la sincronizzazione dei dati del telefono.

Infine Motorola ha recentemente annunciato Televation, ovvero un modo semplice per godere di una TV personalizzata e di funzionalità social dal proprio smartphone, PC o tablet. Televation comprende un’app per Android che al momento funziona solo con lo Xoom e con non specificati tablet di altri produttori.

Insomma, non di sola telefonia parlerà Motorola al CES, e noi siamo molto curiosi di vedere in che modo l’azienda cercherà di semplificarci la vita domestica e se e come Android si metterà nel mezzo a tutto questo.

Fonte: Fonte
CESCES 2012video