tablethome

TWRP 2.0: la recovery amica del touchscreen

Nicola Ligas

Modificare la recovery del proprio dispositivo è il passo definitivo verso il mondo delle custom ROM, ma paradossalmente qualsiasi nuova recovery che andremo ad installare, per quanto funzionale, avrà la stessa rigidità di quella di default: interfaccia spartana, controlli tramite i tasti del volume e di accensione, nessun accenno all’uso del touchscreen; insomma, è tutto fuorché user-friendly.

Dite dunque addio ai tempi in cui armeggiare con la propria recovery sembrava un’operazione destinata solo ad hacker smaliziati, che preferiscono il minimalismo alla funzionalità, con Team Win Recovery Project 2.0 (per gli amici TWRP) avremo infatti a nostra disposizione un ambiente che, sebbene ancora non appagante graficamente, è assai più ricco di informazioni e contenuti di quelli a cui siamo abituati, ma soprattutto è utilizzabile grazie al touchscreen.

Sviluppata sia per smartphone che per tablet, questa nuova recovery non è al momento compatibile con moltissimi dispositivi, ma confidiamo che l’elenco cresca rapidamente con il passare del tempo, magari sull’onda del successo riscosso. Vi lasciamo dunque con i nomi dei modelli supportati (alcuni solo USA), e con il link al sito del progetto per maggiori informazioni. E non dimenticate di dare un’occhiata  al video ed alla galleria qui sotto per vedere in azione la vostra (potenzialmente) nuova recovery.

  • HTC Evo 3D (CDMA)
  • HTC Sensation
  • HTC Thunderbolt
  • Evo Shift
  • HTC Evo (CDMA)
  • HTC HD2
  • Nook Color
  • Motorola Photon
  • Motorola Atrix 4G
  • HP Touchpad
  • Google Nexus S
  • Nexus S 4G
  • Viewsonic GTab
  • Epic 4g Touch
  • Amazon Kindle Fire
Fonte: Fonte
video