android_ics_x86[1]

Android x86 per PC arriva anche per piattaforma Intel

Nicola Randone

Alcuni di voi hanno già avuto modo di vedere e provare Android sui netbook di Acer e Toshiba come alternativa di boot a Windows 7; ebbene pare che l’esperimento sia andato a buon fine considerato il recente rilascio di Android 4.0 per processori x86 in una nuova versione per sviluppatori.

Le ISO distribuite nell’apposita sezione di Code sono quattro e sono state create ad hoc per EeePc, notebook e netbook Asus e terminali Tega V2. 

A questo punto ritengo doveroso fare una piccola riflessione e comincio dalle prime impressioni che mi ha dato Android sul netbook in bella mostra ad UniEuro.

La prima considerazione che ho fatto è stata: wow, che bello, proviamolo subito. Poi mi sono trovato davanti ad una schermata simile a quella che vedete in alto ed istintivamente ho toccato lo schermo nel tentativo di interagire con la GUI. Il risultato è stato un’occhiataccia da parte del tecnico del comparto. <<Va bene, andiamo avanti>> ho pensato. Così ho trascorso i successivi dieci minuti dando un’occhiata veloce alle Impostazioni, poi a Gmail, ho navigato un pò, scritto un paio di righe su Docs per arrivare a questa considerazione: ma non era ChromeOS il sistema operativo per i desktop? Purtroppo credo che pochi abbiano le informazioni necessarie per fare questa distinzione: è facile pensare che l’utente comune scambi Android x86 per l’OS di Google di cui tanto si parlava e cosa ancora peggiore che lo si etichetti subito come un giocattolino se paragonato a Windows o a qualsiasi distribuzione Linux.

Mi perdonino gli appassionati o chi ha trovato utile Android su un PC ma personalmente credo che per sua stessa natura il robottino verde non dovrebbe andare oltre il mondo dei tablet e che questa sia solo una discutibile mossa di marketing che non porta altro che disorientamento nel consumatore.

Siete d’accordo?

Fonte: Fonte