shadow_header

ASUS Transformer Prime ed iPad 2, video confronto sul lato gaming con Riptide GP e Shadowgun

Lorenzo Delli

L’ASUS Transformer Prime, grazie al nuovissimo processore quadcore Tegra 3, nasce anche come console di gioco portatile, ed un confronto diretto con l’eterno rivale dei tablet Android, l’Apple iPad 2, è quasi d’obbligo.

Vero è che la piattaforma Apple offre al videogiocatore incallito un elenco di titoli più vasto, alcuni di essi con grafiche spettacolari (Infinity Blade ne è un esempio banale ma calzante). Con i nuovi processori in arrivo, tra cui appunto il Tegra 3, le cose potrebbero (ripeto, potrebbero) cambiare; per il momento dobbiamo accontentarci di un confronto tra le due piattaforme su titoli compatibili con entrambe: nel caso del test effettuato da SlashGear i titoli provati sono l’oramai famosissimo Shadowgun e Riptide GP.

Iniziamo con il video relativo a Shadowgun, di cui è già stata pubblicizzata una versione dedicata ed ottimizzata per il nuovo processore Nvidia.

Diamo poi un’occhiata al confronto dei Device con Riptide GP di Vector Unit, altro gioco che ha riscosso un discreto successo.

Prima di qualsiasi confronto tra le due piattaforme, bisogna specificatamente dire che Nvidia ha lavorato a stretto contatto con le due software house, la Madfinger Games e Vector Unit, per riuscire a sviluppare le versioni ottimizzate dei loro titoli per il Tegra 3. Inoltre stiamo confrontando un processore A5 Dual-Core (il cuore pulsante dell’iPad 2) con un Quad-Core di ultima generazione prodotto da Nvidia. E c’è anche da dire che Shadowgun e Riptide GP sono tra i titoli di “punta” del gaming Android, almeno per un punto di vista grafico.

Detto questo non possiamo che essere “felici” dei progressi compiuti, dato che, effettivamente, la nuova piattaforma di ASUS se la cava alla grande, aggiungendo nuovi effetti ai giochi senza subire alcuna sorta di rallentamento. Certo, giocare con o senza gli spruzzi sulla telecamera dopo un salto sulle moto d’acqua può essere la stessa cosa, vedere o non vedere una gestione dinamica dei riflessi di luce e dell’acqua non cambierà il gameplay o l’intensità della trama, ma, specialmente per il casual gamer, è una cosa che da una certa soddisfazione e, come dice giustamente l’autore dei video, tornare all’iPad dopo aver giocato sul nuovo Prime è davvero ardua. E voi cosa ne pensate? Il nuovo Transformer potrebbe intaccare il dominio della piattaforma Apple?

NVIDIA