GO Photo

GO Photo: l’alternativa ad Instagram del GO Team

Nicola Ligas

Chi conosce un minimo l’ambiente iPhone avrà sicuramente sentito parlare di Instagram, celeberrima applicazione che consente di scattare foto, applicarvi filtri, e condividerle in un attimo sui più celebri social network: in pratica la stessa cosa che fa gratuitamente l’ultima fatica del GO Dev Team, che non poteva altro che chiamarsi GO Photo.

Instagram è in realtà atteso su Android, presumibilmente nell’arco di pochi mesi, ma giustamente il Go Team gioca d’anticipo e porta la sua app nel Market a ridosso delle festività natalizie, che sicuramente regaleranno migliaia di scatti agli utenti del robottino verde.

L’utilizzo è molto semplice ed intuitivo, al punto che non è praticamente presente alcun tipo di menu: dopo una rapida registrazione verremo infatti catapultati subito nel vivo dell’app. Il primo tab, Attention, è una sorta di aggregatore per le notifiche (carino il fatto di poter fare refresh con uno swipe verso il basso); Top elenca invece le foto più in voga o le ultime inserite; Share ci permette di catturare al volo nuove immagini o di condividere quelle già presenti in memoria, e di modificarle con i numerosissimi filtri presenti; News raccoglie i nostri ultimi post oppure quelli delle persone che seguiamo; ed infine Account ci permette di gestire le amicizie, consultare gli utenti raccomandati e modificare il nostro profilo.

Condividere immagini con Twitter, Facebook, Flickr o Tumblr (solo per citarne alcuni) è questione di un attimo, ed anche le opzioni per la modifica sono numerose e ben fatte; purtroppo però non è possibile sovrapporre più effetti ed anche la schermata di selezione potrebbe essere migliorata, soprattutto perché le mini-anteprime mostrano piuttosto male l’effetto finale. Non da ultimo abbiamo riscontrato qualche impuntamento ed un paio di crash dell’app stessa. Piccoli bug di gioventù e lievi carenze facilmente rimediabili insomma, niente più, e se amate condividere immagini con i vostri amici probabilmente nemmeno ve ne accorgerete.

Vi lasciamo con alcuni scatti realizzati nel giro di pochi minuti per mostrarvi l’interfaccia (solo in inglese) dell’app ed il solito box a fine articolo con i link al Market. La mancanza di Instagram è stata colmata secondo voi?

Fonte: Fonte
LinkedIntwitter