Aquabotix HydroView, il drone sottomarino comandabile da Android

Lorenzo Delli

Se pensavate che comandare un drone quadrielica dal vostro smartphone o tablet Android fosse il massimo della tecnologia, vi sbagliate di grosso! Vi presentiamo infatti oggi il primo drone sottomarino comandabile anche tramite il vostro robottino verde.

L’Aquabotix HydroView non è certamente un giocattolo, e si intuisce anche dal prezzo a cui viene proposto al grande pubblico: parliamo di ben 2995 $ (al cambio attuale 2240 €), una cifra di tutto rispetto giustificata però dalle potenzialità del suddetto accessorio, se così si può chiamare.

L’HydroView è dotato, nella versione standard, di un cavo di circa 23 m, collegato ad una scatola di controllo che si interfaccia in wireless con il vostro smartphone. Una volta accoppiati i dispositivi, l’utente può comandare il drone tramite l’accelerometro o il touchscreen dello smartphone o del tablet. La batteria non è certo delle più performanti ma è facile giustificarne il perché: 2 ore continue di utilizzo e ben 16 per la piena ricarica.

Il drone è dotato frontalmente di una serie di led potenti a sufficienza da offrire un’ottima visibilità durante le esplorazioni ed, inoltre, sempre nella sezione anteriore, trova posto una videocamera capace di registrare video a 1080p e di scattare fotografie. Per il momento vi è un unico video di prova, registrato nel Massachusetts in acque fluviali (immaginate quindi le possibilità in acque decisamente meno torbe).

Gli utilizzi possono essere molteplici, e non per forza “ludici”: da una semplice esplorazione del fondale ad un più utile controllo dei danni allo scafo di un’imbarcazione. Anche se 3000 dollari potrebbero sembrare davvero troppi per un prodotto del genere, l’HydroView è già sold out ed è in arrivo una versione “pro” dotata di maggior autonomia e capace di raggiungere i 50 m di profondità. Inoltre i produttori promettono sul sito ufficiale che, ogni 100 droni venduti, ne verrà donato uno alle scuole meritevoli (americane, si intende) per lo studio delle acque locali.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale aquabotix.

Sito ufficiale Aquabotix

Fonte: Fonte