apple-siri-phones

Il Siri crackato arriverà su Android?

Nicola Ligas

L’emulo su Android di Siri, per gli amici Iris, non vi soddisfa abbastanza? Vilingo non risponde in pieno alle vostre esigenze? Non disperate, perché un gruppo di hacker parigini che va sotto il nome di Applidium afferma di poterne replicare le funzionalità su qualsiasi dispositivo.

Non si è trattato di un hack banale, dato che Siri opera per la maggior parte online, e quella presente su iPhone è una mera interfaccia per presentare i risultati di un’elaborazione che avviene tutta sui server di Apple, fatto sta che adesso qualsiasi sviluppatore potrà integrare le capacità interpretative di Siri nelle proprie applicazioni. Quest’affermazione va comunque presa con le molle: anzitutto Apple non starà certo a guardare mentre i propri servizi vengono sfruttati impunemente, seconda di poi non è ancora confermato ufficialmente che il “crackaggio” funzioni e possa effettivamente essere sfruttato da terze parti.

I più curiosi possono leggere la spiegazione dettagliata di come ciò sarebbe possibile sul blog di Applidium, che ha messo anche a disposizione una serie di tool per meglio comprendere il funzionamento del protocollo di comunicazione di Siri. A tutti gli altri non resta invece che attendere il frutto del loro lavoro e di un qualche temerario sviluppatore. O l’irritata reazione di Apple. (magari entrambi.)

Fonte: Fonte
Apple