toshl

Toshl Finance: l’app per non restare mai al verde

Nicola Ligas

Non fatevi ingannare dal titolo di questo articolo, non stiamo parlando di un’app in grado di far crescere denaro dagli alberi, procacciarsi la pecunia è purtroppo ancora ad appannaggio vostro. Amministrarla al meglio è invece laddove Toshl Finance ci viene in aiuto.

Una volta terminata l’iniziale breve fase di registrazione, necessaria per creare un account col quale sincronizzare i nostri dati in modo da essere sicuri di non smarrirli, l’app ci accoglierà con una semplice schermata a tre tab:

  • nel tab “expenses” potremo inserire le nuove spese effettuate semplicemente premendo sul pulsante “add”: a ciascuna di esse potremo quindi associare un tag per catalogala e recuperarla facilmente nel tab successivo. Tramite il pulsante “timespan” potremo invece scegliere quante spese visualizzare, scegliendo il periodo che vogliamo.
  • il tab “tag” si commenta da solo: qui infatti troveremo tutte le nostre spese divise a seconda del tag che abbiamo assegnato loro, che tornerà particolarmente utile per raggruppare le uscire usuali sotto un minimo comun denominatore
  • il tab “budget” ci permette infine di impostare una certa soglia collegata ad un dato periodo (es. la quantità massima di denaro che vogliamo spendere in un mese solare), e via via che le nostre uscite aumenteranno provvederà a segnalarci quanto ancora ci resta da spendere

L’app è insomma molto semplice, intuitiva e dalla grafica curata, tanto che vi dimenticherete ben presto del suo unico difetto, ovvero che non è (ancora) tradotta in italiano.

Se avete le mani bucate, o semplicemente se vi piace avere tutto sotto controllo, potete scaricare gratuitamente (altrimenti dovreste subito annotarlo) Toshl Finance dal Market seguendo i link nel box a fine articolo.