header

Princess Punt THD disponibile sul Market; action, puzzle e rpg in un solo gioco [Recensione]

Lorenzo Delli -

Inventare un nuovo genere di videogame nel 2011 sembra quasi impossibile ma è sempre bello lasciarsi sorprendere da titoli come Princess Punt THD, che esordisce sul Market nonostante qualche giorno fa fosse apparso sul Tegra Zone per poi scomparire misteriosamente.

Già da ieri era disponibile la prima versione del gioco non THD e lo abbiamo installato e testato su un Motorola Xoom. Da oggi invece è disponibile anche la versione THD per dispositivi Tegra, dotata di migliori effetti grafici ed ottimizzata, e l’abbiamo testata su un LG Optimus Dual. Se inoltre siete tra i fortunati possessori del nuovissimo Samsung Galaxy Note (se vi siete persi l’unboxing correte a vederlo!) possiamo dirvi che è compatibile (non la versione THD naturalmente): lo abbiamo infatti testato anche su questa piattaforma e la resa grafica è davvero ottima. Se inoltre siete davvero interessati a questo titolo è necessario segnalare due cose: la prima che durante l’installazione ci potranno essere degli errori di download (il downloader riporta errore di spazio insufficiente, basta riavviare il download, anche se si ripete il solito errore) e la seconda è che il gioco è gratuito solo per i primi due mondi: per accedere, ad esempio, al terzo stage sarà necessario sborsare circa 1€, una cifra esigua per un titolo davvero divertente, tramite Google Checkout (Aggiornato: per ogni stage aggiuntivo 1€).

  • Action Puzzle type RPG: un nuovo genere di videogiochi?

Princess Punt THD si propone come un Action Puzzle RPG game, un elenco altisonante di generi che però, in questo caso, si sposano alla perfezione! Il primo impatto con il gioco è ottimo, visto un ampio tutorial in game che vi spiega come muovere i passi nel menu di gioco e nel primo match che affronterete. L’influenza di uno dei giochi più scaricati di sempre per piattaforma mobile (stiamo ovviamente parlando di Angry Birds) salta subito all’occhio: la principessa, la protagonista della storia, deve infatti prendere a calci (letteralmente) il proprio cavaliere di scorta per farsi largo tra gli ostacoli che la separano dal suo principe azzurro. Dovete quindi mirare ai mostri presenti nel livello, proprio come avete imparato a fare con il titolo prima citato, collezionando monete che vi serviranno ad acquistare potenziamenti per il vostro eroe. Naturalmente non è così semplice (anche perché sennò il gioco sarebbe benissimo classificabile come puzzle game): i vari mostri disseminati per i livelli non andranno giù al primo colpo e il vostro eroe dovrà cadere il più vicino possibile per poterlo attaccare nei turni successivi. E la domanda che sorge spontanea è: cosa lanciate allora nei successivi turni? Inizialmente avrete a disposizione solo delle bombe che esploderanno al contatto, successivamente avrete uno stuolo di eroi (meno efficaci dell’eroe di base e non personalizzabili), ognuno caratterizzato dal loro attacco e dalla loro abilità speciale.

Sia l’eroe di base che quelli di supporto avranno infatti un’abilità speciale da utilizzare durante il lancio: basterà premere su di essi durante il volo per scatenare contro gli avversari attacchi aggiuntivi; l’arciere ad esempio lancerà una serie di frecce a seconda della sua posizione, il cavaliere caricherà verso il terreno ottenendo danni aggiuntivi mentre il mago lancerà un incantesimo di ghiaccio colpendo i nemici ad area. Alla fine di ogni scontro otterrete oro aggiuntivo che vi servirà per sbloccare delle sfere che otterrete sempre durante il livello. Le sfere aumentano la vostra abilità nell’uso degli oggetti equipaggiati: più sfere sbloccate più aumenteranno gli effetti degli oggetti, facendo inoltre salire di livello il vostro eroe; almeno finché non raggiungerete la completa padronanza dell’oggetto, rendendo impossibile l’utilizzo di ulteriori sfere del tipo indicato. Il meccanismo obbliga quindi il giocatore a testare altre armi e oggetti, rilasciate durante lo scorrere dei livelli, per poter salire di livello ed aumentare i punti ferita e i punti di attacco.

Pensate finisca qui? Non è così! Per ogni livello ci sono cinque diversi livelli di difficoltà, in modo da aumentare le possibilità di ricevere oggetti sempre più forti; inoltre con una serie di tre oggetti collezionati nella solita area sbloccherete un ulteriore oggetto ancora più potente. Ed oltre ad alcuni boss disseminati per le aree incapperete talvolta in degli incontri casuali con boss ancora più forti: se riuscirete a batterli nei turni prestabiliti (per ogni livello ci sono 5 lanci a disposizione, dopo di che il livello fallisce) vincerete oggetti speciali e sfere. Inoltre, sempre alla fine dei livelli, guadagnerete dei tagliandi da giocare ad un’apposita slot machine che vi farà guadagnare ulteriori crediti o oggetti.

Per quanto riguarda i controlli avrete a disposizione il pinch to zoom per esplorare il livello ed avere una miglior visuale di insieme; il resto è molto intuitivo e non necessita di gran spiegazioni. Sullo Xoom lo abbiamo testato anche con il mouse e, ad eccezione dello zoom, si controlla benissimo.

  • Grafica, differenze tra versione normale e THD e sonoro

La grafica di Princess Punt fa uso del Cel Shading per rappresentare i protagonisti del gioco e  l’ambientazione. L’effetto risultante è davvero simpatico e calza a pennello con il titolo. Le animazioni sono fluide e ben realizzate  e il gioco non risente di alcun rallentamento. Inoltre tra le varie aree vi saranno dei fumetti che vi illustreranno la storia con una sequenza di vignette molto divertenti.

La versione THD (dedicata a dispositivi Tegra) introduce diversi miglioramenti grafici: per iniziare tutto il gioco è molto più fluido (anche se di per se lo era abbastanza) ed inoltre il tutto è arricchito da effetti di luce (si nota, ad esempio, i raggi di luce del sole che brillano con più intensità a seconda della posizione che state osservando). I personaggi saranno caratterizzati da aloni colorati e gli effetti delle abilità e degli attacchi saranno più dettagliati e luminosi.

Anche il comparto sonoro è degno di nota, anche se alla lunga un po’ ripetitivo; contribuisce comunque ad ottenere l’atmosfera desiderata dagli sviluppatori e vi farà compagnia durante il gameplay davvero coinvolgente.

  • Riepilogando…

Potrà sembrare esagerato dire che Princess Punt inaugura un nuovo genere di videogame e non ci vogliamo sbilanciare affermandolo, viste le notevoli influenze di altri titoli. E’ comunque innegabile l’originalità del gioco che porta una ventata di freschezza nel Market Android, con il suo stile grafico diverso dai canoni e la sua giocabilità immediata e divertente. Vero è che illude il giocatore di poter usufruire gratuitamente del software, ma d’altro canto si hanno a disposizione ben 10 schemi, ognuno con 5 livelli di difficoltà, e la possibilità di incontrare boss casuali prima di decidere se effettuare l’acquisto di ulteriori aree per continuare con la storia. Sempre con il sistema di in-app purchase, che si appoggia a Google Checkout, è possibile acquistare dei tagliandi premium da giocare ad una sorta di slot machine, che darà accesso ad oggetti potentissimi o a montagne di oro. Insomma, un bel “provare per credere“! E se non riuscite a trovare il link al Market per la versione non THD seguite i link in fondo all’articolo.

Gameplay: Originale come non mai, una vera droga!
Voto: 90/100
Grafica: L’uso del Cel Shading e la versione THD rendono veramente valida anche una grafica sostanzialmente in 2D.
Voto: 90
Sonoro: Un po’ ripetitivo ma contribuisce a creare la giusta atmosfera.
Voto: 85
Longevità: Livelli giocabili più e più volte, 8 aree di gioco, ognuna con 5 livelli e ogni livello con 5 difficoltà crescenti.
Voto: 95

Voto Complessivo: 90/100

Link al Market (VERSIONE NON THD)

[app]jp.gungho.kerihimequestthd[/app]

LG Optimus Dual

LG Optimus Dual

confronta modello

Ultime dal forum:

  • dal forum 01-01-1970 - 00:00
Motorola Xoom

Motorola Xoom

confronta modello

Ultime dal forum:

  • dal forum 01-01-1970 - 00:00
lg optimus dualvideo