Let's Golf! 3 - 1

Tutti in campo con Gameloft! (Let’s Golf! 3 HD) [Recensione]

Nicola Ligas -

Non c’è due senza tre, e dopo i fasti dei primi due capitoli Gameloft non poteva esimersi dal portarci per la terza volta su sempre più improbabili campi da golf, sparsi per il mondo ed anche nello spazio.

Stiamo ovviamente parlando di Let’s Golf! 3 HD, gioco reperibile gratuitamente nel Market, uscito giusto qualche giorno fa. Ritorneremo più avanti sul fatto prezzo, perché in realtà c’è di che disquisire al riguardo, e nel frattempo ci concentreremo sul gameplay.

Arcade con un pizzico di simulazione, così potremmo definire in modo breve ma efficace l’esperienza di gioco di questo nuovo Let’s Golf. Dovremo per prima cosa creare il nostro alter ego, scegliendo la sua caratteristica principale tra le quattro proposte (potenza, precisione, recupero e putt) e poi potremo tuffarci nel vivo dell’azione scegliendo una delle tante modalità di gioco, oppure impratichirci un po’ con il didattico tutorial.

La meccanica di gioco è alquanto semplice: regoliamo la posizione del nostro “avatar” rispetto alla pallina, scegliamo la mazza più adatta, puntiamo nella giusta direzione (magari aiutandoci zoomando sulla mappa) ed infine lanciamo (il primo tocco abilita il tiro, col secondo regoliamo la potenza e col terzo la precisione). Se azzeccheremo sia potenza che precisione esatte, faremo il “colpo perfetto“, che ci frutterà dei bonus sia monetari che in termini di punti esperienza. Potremo inoltre imprimere un certo effetto alla palla, facendo swype sulla pallina presente in basso a destra dopo aver effettuato un lancio, in modo da farla rimbalzare nella direzione che vogliamo, smorzandone o accentuandone la velocità.

Il nostro alter ego progredirà infatti come in un GdR, ed al raggiungimento di certi livelli sbloccheremo nuove buche e nuovi oggetti. Sarà infatti possibile personalizzare non solo l’aspetto del golfista, ma anche il suo abbigliamento, e se nel primo caso dovremo soltanto soddisfare i nostri gusti estetici, i vari abiti conferiranno invece tanti bonus diversi (e qualche malus) alle quattro caratteristiche principali: potremo così acquistare pantaloni, felpe, scarpe ed anche occhiali o cappelli, senza dimenticarsi mazze e palline particolari dotate di poteri “magici” in grado di aiutarci nelle buche più impossibili.

Tornando per un attimo alle caratteristiche del giocatore, la potenza si commenta da sola, la precisione riguarda l’affidabilità con la quale la pallina colpirà il punto indicato (al netto dei rimbalzi) e ci renderà più facile eseguire colpi perfetti, la capacità di recupero influenza la nostra bravura in terreni accidentati (erba alta, bunker, roccia, ecc.), mentre il putt stabilirà quanto siamo bravi nella fase finale di ogni buca, quella che separa un birdie da un bogey, rallentando il movimento del cursore e permettendoci di effettuare tiri più precisi.

Le modalità previste per il single-player sono tre: gara singola, nella quale dovremo raggiungere la buca designata col minor numero di tiri possibile; duello, in cui sfideremo un giocatore virtuale che dovremo superare col maggior scarto possibile in modo da accumulare più denaro/esperienza; e sfida, una modalità che per la verità ne comprende molte altre, tra cui il maestro del putt (10 tiri dal green in sequenza, nei quali accumuleremo tanti più punti quanto maggiore sarà il numero di centri consecutivi), o il lancio alle stelle (dovremo colpire le lettere che formano la parola “golf”). Ciascuna delle modalità elencate richiederà uno o più punti energia per essere giocata, esauriti i quali dovremo attendere che si ricarichino per cimentarci in un nuovo livello (1 punto/ora fino ad un massimo di 5 punti): questo aggiunge nel contempo un prezioso elemento di sfida, perché ci spinge a dare il massimo in ogni buca, ma anche di frustrazione, qualora sbagliassimo un tiro per motivi grossolani.

C’è inoltre da dire che al momento il gioco non sembra ottimizzato al massimo, ed infatti non è sempre fluidissimo, ma soprattutto non è esente da bug ed impuntamenti che si verificano in maniera anche piuttosto frequente su alcune buche, arrivando addirittura a causare il crash del programma e la conseguente (inutile) perdita di punti energia. In realtà esiste un semplice escamotage per aggirare questo blocco: basta giocare in modalità offline, spostare avanti l’orologio del sistema, e ci ritroveremo “magicamente” con l’energia ricaricata. Certo è un po’ macchinoso, ma specialmente nel caso di perdite di punti involontarie può essere un buon modo per evitare di lanciare lo smartphone contro il muro per l’ira!

Dicevamo della modalità offline, ma ovviamente esiste anche quella online: potremo infatti cimentarci in sfide contro avversari umani sia via internet, che tramite WiFi o Bluetooth (fino a 4 giocatori), oppure addirittura giocando uno contro uno sullo stesso dispositivo.

Concludiamo ritornando sul prezzo gratuito: è vero che Let’s Golf! 3 è liberamente scaricabile, ma è altrettanto vero che pagando si gioca di più e si diventa più forti. Tutto nell’app ha un prezzo (in monete “finte”), ma pagando il dovuto corrispettivo in Euro possiamo comprarci energia, livelli, accessori particolarmente potenti ed i preziosi punti energia senza i quali non possiamo proprio giocare. Inoltre per effettuare alcune sfide è necessario avere più di 5 punti energia, cosa che è impossibile ottenere con la ricarica automatica, che si ferma appunto a 5.

Insomma l’app è una sorta di grande demo che solo un giocatore occasionale o chi non ha molte pretese potrà sfruttare senza frustrazione, chi invece ama cimentarsi in una buca ogni volta che vuole dovrà per forza investirci un po’ di euro, oppure puntare su altri titoli.

Gameplay: Vario, divertente ed abbastanza immediato, ma per padroneggiare del tutto la pallina ci vuole il suo tempo (com’è giusto che sia).
Voto: 85/100

Grafica: Il 3D la fa da padrone, ma un’ottimizzazione maggiore era sicuramente possibile, per quanto l’effetto sia mediamente buono. Voto: 85/100

Sonoro: Piacevoli le musiche, buoni gli effetti sonori. Senza infamia e senza (troppa) lode.
Voto: 80/100

Longevità: Il gioco nel complesso è lungo ed eterogeneo, ma il limite dovuto all’energia non è il massimo.
Voto: 80/100

Multiplayer: Veramente completo in ogni sua forma, dal WiFi, al Bluetooth, passando per internet e la sfida uno contro uno.
Voto: 95/100

Voto Complessivo: 83/100