unity android

Unity 3D, il mago dello sviluppo cross-platform

Nicola Ligas

Concludiamo questa giornata all’insegna del gaming con un video dedicato al motore 3D Unity, quello che, tanto per fare un recente esempio, ha animato quel piccolo capolavoro che è Shadowgun, che trovate ampiamente recensito sulle nostre pagine giusto un paio di giorni fa.

La particolarità dello Unity 3D è quella di essere un motore multi-piattaforma, in grado quindi di generare titoli compatibili con un ampio ventaglio di terminali, da Android a iOS, passando per Xbox e PS3.

Come potete vedere nel seguente video, Angry Bots viene editato in tempo reale su PC e tali modifiche diventano immediatamente giocabili sulla demo del gioco che gira sul Samsung Galaxy Tab.

Non è che adesso sviluppare giochi sia diventato un mestiere da un paio di click, ma indubbiamente lo Unity allevia non poco il compito di rendere un titolo compatibile con piattaforme diverse; i risultati visti con Shadowgun sono senz’altro incoraggianti, e non possiamo certo esimerci dal citare anche Bladeslinger.

Che siate gamer incalliti o meno, il reparto videoludico è ormai di primaria importanza per qualsiasi piattaforma mobile ed è anche grazie ad esso che si costruisce o meno il successo della stessa: Android ha giocato per un lungo periodo di rincorsa, ma i presupposti per un cambio di rotta ci sono tutti.

Vi lasciamo dunque a Joe Robbins ed al video in oggetto, realizzato al CTIA 2011:

Fonte: Fonte
video