recensione_ekoore_duke

Ekoore Duke, la recensione completa

Emanuele Cisotti

E’ un tablet “all’italiana” e ve lo avevamo mostrato in anteprima qualche giorno fa. Si tratta di Ekoore Duke, tablet Android Honeycomb da 10,1 pollici.

Confezione

Non abbiamo potuto provare la confezione definitiva.

Costruzione ed ergonomia

Esteticamente il simbolo Ekoore (troppo grande per i nostri gusti) è una nota dolente. Anche la parte posteriore non è particolarmente ricercata, ma sono comunque soluzioni che riguardano il proprio gusto personale e che quindi ognuno dovrà valutare singolarmente. Per quanto riguarda l’assemblaggio, il tablet è risultato molto solido in mano, ma con qualche piccolo micro-difetto di assemblaggio (per quanto riguarda il display nella scocca).

6

Hardware

L’hardware dell’Ekoore Duke è esattamente nella media (per non dire “è uguale”) a tutti gli altri tablet Honeycomb. Processore dual core da 1GHz con processore grafico Tegra 2 (ottimo per i giochi), 1 GB di RAM e 16GB di memoria interna. E’ dotato anche di porta microUSB, uscita HDMI e connettività UMTS (è quindi presente lo slot per la SIM). Non manca ovviamente tutta la connettività che vi aspettereste: WiFi, Bluetooth, GPS e due fotocamere (di qualità appena decente).

8

Touchscreen e display

Il display sotto la luce del sole lascia intravedere delle sottili righe formate dal pannello touchscreen. A parte questo difetto lo schermo è molto luminoso (o almeno lo è nella media dei tablet Android) e il feedback del touchscreen è ottimo.

7

Software

Abbiamo apprezzato molto la scelta di Ekoore di preinstallare tutte le applicazioni Google presenti nel Market. Benché questa operazione possa richiedere non più di qualche minuto ad un utente esperto, permette in realtà di catapultare nell’esperienza Google un utente magari meno esperto. Troviamo per esempio Google Translate, Google Earth e Google Documenti. Nessuna applicazione particolare presinstallata dall’azienda lasciando l’esperienza di Android 3.2 inalterata.

Software: Browser

Abbastanza fluido, ma in certe occasioni soffre di un leggero difetto nel rendering delle pagine.

Software: Multimedia

Non avendo personalizzato la dotazione software l’esperienza multimediale è del tutto affidata a Google ed è quindi scarsa. Troviamo però il software per montare i video presentato da Google su Motorola Xoom

7

Autonomia

Buona l’autonomia che ci ha permesso di usare per due giorni il tablet con un uso intenso senza necessità di ricaricarlo. Se utilizziamo la connettività UMTS l’autonomia sarà circa dimezzata.

7

Prezzo

Il prezzo di questo Duke è di 479€. Molto concorrenziale se paragonato ai prezzi di uscita di tutti gli altri tablet Honeycomb UMTS. Siamo quindi fiduciosi che con un ulteriore limatura del prezzo possa diventare un ottimo regalo per le feste natalizie.

8

Giudizio Finale

Non avevamo aspettative particolarmente alte per questo dispositivo (come spesso accade con aziende nuove) e invece siamo rimasti positivamente stupefatti dalla fluidità di sistema, che non abbiamo invece riscontrato su tablet ben più rinomati.

Voto: 7

Videorecensione

Recensionevideo