Web

Android all’arrembaggio dell’Europa!

Nicola Ligas

Napoleone gli fa un baffo al robottino verde! O almeno così sembra da un’indagine di comScore (“leader mondiale nella misurazione del mondo digitale e la fonte preferita di informazioni di marketing digitale”, come recita il suo sito), che ha pubblicato degli interessanti risultati estratti dal servizio comScore MobiLens, che mostrano l’andamento del settore smartphone nei paesi facenti parte dell’EU5 (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito), ovvero i maggiori mercati del vecchio continente.

Jeremy Copp, vice presidente di comScore Europe Mobile, ha dichiarato in merito:

“L’adozione di Smartphone ha visto una crescita significativa rispetto all’anno precedente, in parte a causa della crescente popolarità della piattaforma Android. Sebbene Symbian continui a tenere testa nel mercato smartphone in EU5, Android sta acquistando considerevole spazio ed ha recentemente sorpassato Apple, diventando la seconda piattaforma più utilizzata. Gli operatori telefonici, gli editori e gli advertiser in cerca di un’ audience mobile europea devono prestare molta attenzione alla continua crescita di Android in questa regione, in quanto questa avrà probabilmente implicazioni determinanti per il panorama europeo di mobile media”

Analizzando i soli dati dell’ultimo anno infatti la crescita di Android è netta e impressionante, tanto che a luglio 2011 quasi un utente smartphone su quattro dichiarava di utilizzare un dispositivo con l’OS di Google.

Si tratta di uno sviluppo che riguarda tutto il settore, se pensiamo che tra maggio e luglio 2011 il numero di utilizzatori di smartphone è cresciuto del 44% rispetto al 2010, ma scendendo nel particolare dei singoli OS è Android che detiene la parte del leone, arrivando vicino a quadruplicare il suo bacino d’utenza e sorpassando il rivale Apple che poco più di un anno fa aveva il triplo dei suoi utenti. Sia Apple che RIM rimangono infatti sostanzialmente invariati, con poco più di un punto percentuale guadagnato rispetto allo scorso anno, contro i 16 messi a segno da Android. Tanto l’OS di Google vince, quanto Symbian perde: +16.2% per il robottino verde, -16.1% per Symbian, un’erosione quasi matematica, ma che Android fosse una minaccia seria lo sapevamo già da tempo. Da notare infine come nei dati riportati qui sopra le uniche perdite siano registrate proprio da Symbian e Microsoft, segno evidente che qualcosa per smuovere il mercato lo dovevano fare entrambi; se l’alleanza tra Redmond e Nokia sarà salvifica o affossante lo sapremo però solo tra un po’.

Per quanto riguarda i produttori di smartphone Androidla parte del leone la fa HTC (sopratutto in Gran Bretagna), rincorsa da vicino da Samsung, seguita a sua volta (da lontano) da Sony Ericsson. O almeno questa è la media nei paesi EU5. In Italia (ma anche altrove) le classifiche sono un po’ diverse e vedono Samsung saldamente al comando, inseguita nemmeno troppo da vicino da HTC e poi, ancora più staccata, da LG. Chiudono la classifica Sony Ericsson e Motorola, che è il fanalino di coda in ciascuno dei 5 paesi: onestamente non ci saremmo aspettati nulla di diverso dalla casa alata, ed anche in questo caso sarà il tempo a dirci se l’acquisizione di Google rappresenterà per lei la salvezza (o meno).

Diamo infine uno sguardo ai dati di utilizzo degli smartphone, per i quali la parte di messaggistica è nettamente prevalente. Il nostro paese sembra inoltre quello più dedito al gioco, specialmente rispetto alla assai meno ludica Francia, ma ci piace anche navigare col browser mobile e usare le app e le altre funzionalità dei nostri smartphone.

Vento in poppa per Android insomma, ma è proprio il robottino verde a mostrarci, numeri alla mano, quanto le cose cambino velocemente nel mercato dei dispositivi mobili che, fedelmente al proprio nome, appare assai mutevole esso stesso, ed anche in tempi brevi. I prossimi mesi inoltre vedranno importanti mosse da parte di tutti i maggiori produttori: Ice Cream Sandwich + Galaxy Nexus da parte di Google, iPhone 5 sul fronte Apple, e magari i primi modelli Nokia con Windows Phone. I giochi sono tutt’altro che conclusi, e sicuramente di analisi come queste ne faremo ancora molte. Secondo voi cosa manca ad Android per schiacciare ancor di più la concorrenza?

Fonte: Fonte
Apple