header1

Bouncy Mouse, un topo dalla coda davvero elastica! [Recensione]

Lorenzo Delli -

Gli sviluppatori di videogiochi non si fanno certo fermare dalla calura estiva: ne è la prova il gran numero di titoli usciti di recente sul Market, gratuiti e non, come Star Legends, Fieldrunners e STAR BLITZ.

Bouncy Mouse, uscito gli ultimi giorni di luglio, è un titolo che merita particolare attenzione: gratuito, media voto 4,3 e nel giro di un mese un numero di installazioni che si colloca tra le 100000 e le 500000. Cerchiamo di capire il grande successo di un titolo del genere che, un po’ come abbiamo detto per Wisp, si rifà ai “giganti” del settore arcade quali Angry Birds e Cut the Rope.

Il meccanismo di gioco è molto semplice: un po’ come per Angry Birds, dovrete indirizzare Bouncy Mouse con il dito per lanciarlo attraverso il livello, con la sostanziale differenza che dovrete ripetere i lanci più e più volte; infatti il topolino utilizzerà degli appigli per ricollegare la propria coda elastica e per rilanciarsi quindi verso un nuovo appiglio. L’obiettivo del singolo schema è raccogliere più formaggio possibile e riuscire a colpire, alla fine del percorso, l’acerrimo nemico di Bouncy Mouse: “Capitan Gatto“.

Ad ogni livello corrisponde un segreto sbloccabile: se riuscirete a completarlo al 100% infatti avrete a disposizione una serie di gadget alternativi per il vostro personaggio (come ad esempio cappello da pirata, sombrero o scie di colori diversi). Per il momento sono 30 i livelli disponibili, suddivisi in 3 mondi diversi; più avanzerete negli schemi, più gli schemi stessi si arricchiranno di elementi da sfruttare o da evitare: Bouncy Mouse ha infatti a disposizione 5 vite nel corso del livello e con tutti gli ostacoli presenti non è così difficile finirle velocemente. Il nome del topo, “Bouncy”, non è casuale: una delle componenti fondamentali del gameplay è proprio la gestione dei rimbalzi e delle traiettorie. Con un rimbalzo sfortunato infatti potrete benissimo tornare a inizio livello in men che non si dica. Un utente sul Market si è lamentato della dimensione dell’interfaccia di gioco: vero è che su smartphone, data la dimensione dello schema, il gioco può effettivamente risultare piccolo ma, come per angry birds, tramite pinch to zoom è possibile settare la dimensione che più vi aggrada (e potete così facendo anche dare un’occhiata alla struttura di insieme della zona in cui vi trovate).

La grafica, insieme al gameplay, è il punto forte del gioco: molto semplice e cartoonesca, vi strapperà più di una volta un sorriso! Anche il comparto sonoro si salva, anche se la solita canzoncina, per quanto ben realizzata, possa facilmente venire a noia. Se proprio vogliamo trovare un difetto al titolo basta osservare gli screenshot in game: un generoso banner pubblicitario vi terrà compagnia lungo tutto lo svolgersi del gioco, tenendovi in costante apprensione a causa di un dito che può benissimo sfuggire ed aprire l’odiato browser. Purtroppo sul Market non è presente la versione a pagamento, ma premendo sulla “X” grigia nel banner vi apparirà il form per l’acquisto tramite google checkout; attenzione però, con la procedura proposta non è possibile avere un rimborso. Il gioco privo di banner costa 0,99€, un prezzo più che accettabile per un titolo davvero simpatico e ben congegnato.

Link al Market

Gameplay  Voto: 90/100
Grafica  Voto: 85/100
Sonoro  Voto: 75/100
Longevità  Voto: 80/100

Voto Complessivo85/100

angry birds