viaggiare_android

La guida per viaggiare con Android: hotel, voli, meteo e tanto altro

Emanuele Cisotti -

Da quando gli smartphone sono nelle tasche di molte persone (e di tutte quelle che ci stanno leggendo, probabilmente) il modo di viaggiare è sicuramente cambiato, solitamente in meglio, permettendoci di viaggiare più sereni e anche molto più informati.

Abbiamo deciso di raccogliere in una grande guida, tutto quello che potrebbe servirci per viaggiare all’estero con uno smartphone Android. Qualcosa potrebbe essere stato omesso, ma siamo sicuri che vi daremo tanti stimoli per cercare altre informazioni sul nostro sito o sull’Android Market.

Connettività Dati

Uno dei problemi fondamentali degli smartphone è quella che la maggior parte delle applicazioni disponibili richiedono una connettività dati e che quindi all’estero ne verrebbe precluso l’utilizzo (a meno di sporadiche connessioni WiFi). E’ bene quindi sempre controllare che le applicazioni che utilizziamo funzionino bene anche offline, oppure organizzarsi per avere la connessione sempre con se. Partiamo con il presupposto che a meno di qualche offerta particolare (ma molto costosa, es: Vodafone, TIM o Tre) è consigliabile disattivare il roaming dati all’estero. E’ possibile farlo dal proprio smartphone premendo Impostazioni, Wireless e reti, Reti mobili e disattivare Roaming Dati.

A questo punto siete al sicuro, ma se volete connettervi anche all’estero per sfruttare tutti i migliori software vi conviene acquistare una SIM ricaricabile locale. Informarsi prima della partenza è meglio, ma sicuramente spenderete meno di utilizzare una SIM italiana. Conviene anche informarsi prima sulle impostazioni dell’APN di questi operatori. Non vorrete certo impazzire in vacanza per scoprire le configurazioni giuste per la connessione.

Smartphone e batteria

Ovviamente non vi stiamo dicendo di acquistare un nuovo smartphone prima di partire, ma fate comunque due conti su quanto vi durerà la batteria. Se non utilizzerete connettività dati, sicuramente questo però non sarà un vostro problema. Solitamente si passa da 1 una giornata piena a circa 3-4 giorni di carica senza connettività dati. Se invece avete intenzione di acquistare una SIM estera può essere una buona idea dotarsi di un dispositivo di carica da viaggio come il TurboCharger di Proporta. Non è bello rimanere senza batteria in un luogo non conosciuto.

Organizzare il viaggio

Se organizzare il viaggio è la parte più difficile della vacanza ecco che tantissimi software si prestano a questa funzione permettendovi di confrontare in un solo colpo tutte le offerte degli albergatori e delle compagnie aeree. Due dei più famosi siti internet hanno infatti realizzato le rispettive applicazioni per cercare e prenotare hotel in qualsiasi parte del mondo, verificandone in tempo reale la disponibilità. Parliamo di Booking.com ed Expedia. E’ possibile anche sfruttare la geolocalizzazione per trovare gli alberghi più vicini alla nostra posizione. Altra applicazione (famosa nel campo mobile e non) è Trivago, che permette di confrontare le offerte alberghiere di più servizi differenti.

Se invece è un volo quello che cercate le possibilità sono tantissime, ma conviene comunque affidarsi ai grandi servizi per non rimanere “scottati”. KAYAK per esempio è uno dei software più avanzati per confrontare voli (e non solo, anche alberghi) e trovare quindi l’offerta migliore. Non esistono software per prenotare voli “multi-azienda” direttamente dal proprio smartphone, ma se conoscete le compagnie che coprono la tratta da voi interessata è utile cercare il suo nome nel market, alcune hanno già la loro applicazione. SkyScanner permette comunque di fare un confronto fra i voli disponibili in modo gratuito.

Gestire le informazioni

Se KAYAK vi ha incuriosito (scoprendo per esempio che permette di tenere in memoria le informazioni più importanti del vostro viaggio), vi stupiremo (?) svelandovi che esistono vari software che permettono in modo semplice di tenere traccia in una sola applicazione di tutte le informazioni del vostro viaggio. Una su tutte TripIt che, una volta registrati al servizio, vi terrà traccia di tutte le vostre informazioni semplicemente inoltrando le mail delle prenotazioni ad una mail da loro indicata. Semplice, sicuro e pratico.

Controllare i voli e i treni

Ora che il vostro viaggio è prenotato, i rischi maggiori provengono da eventuali ritardi di voli o treni. Meglio quindi tenere sotto controllo gli orari di voli e treni direttamente dal vostro smartphone (e non dover quindi sempce “cacciare” tabelloni, magari neanche molto aggiornati o comprensibili). Le applicazioni che riguardano il tracciamento dei voli poi solitamente possono informare in tempo reale dello stato del volo, con tanto di posizione. I più famosi? FlighTrack (a pagamento ma molto famoso) e FlightBoard (con tanto di supporto ad Honeycomb). Per i treni invece segnaliamo Orari Treni Lite oppure Orari Trenitalia Plus, entrambi con la segnalazione dei ritardi.

Le guide turistiche

E’ forse la parte più ovvia, ma magari qualcuno ancora non ci ha pensato. Android può essere la vostra guida turistica tascabile. Alcune di questi software funzionano anche offline e molti offrono invece funzioni social, ma che richiedono connessione. Fra i più famosi impossibile non citare TripWolf (gratis ma con le guide a pagamento), mTrip (è possibile acquistare direttamente dal market le singole guide), Globetrotter e Geolover (interamente basati sulle funzioni social degli altri utenti) e anche il famoso TripAdvisor. Tutti offrono funzioni di geolocalizzazione, per trovare luoghi di interesse vicini a noi.

Esistono poi i software di realtà aumentata (il più famoso è WikiTude) che permettono di puntare la fotocamera dello smartphone verso un monumento per conoscere tutto di questo luogo, ma anche di mostrare direttamente sulla skyline la posizione dei vari punti di interesse. Google Goggles, offre uno strumento simile: scattando una foto ad un monumento vi verranno restituite le informazioni su di esso.

Se poi siete dei veri Google-addicted, potrete anche (sfruttando la connessione dati) utilizzare anche semplicemente Google Maps e i molti tool incorporati come per esempio Luoghi.

Se visitate poi una città specifica è sempre consigliato fare una ricerca nel Market (questo è un ottimo esempio se andate a Londra). Attenzione però a non acquistare fregature. Ci sono tantissimi per esempio che spacciano per piantine dei mezzi pubblici, una semplice applicazione che mostra uno sgranato jpeg. Leggete quindi sempre prima i commenti.

Le lingue straniere

Se avete organizzato un viaggio con tanto di volo, probabilmente vi state spostando fuori dall’Italia e allora potreste incorrere nel problema delle lingue straniere (non vogliamo insinuare che non sappiate l’inglese, ma siete sicuro che in tutto il mondo conoscano l’inglese così bene come voi?). I software più famosi offrono sia un servizio di traduzione che un vero frasario offline sempre molto utile per levarsi dagl impicci più disparati. Interprete da viaggio è sicuramente uno degli esempi più calzanti.

I più geek si affideranno invece al potere di Google Translate. Voi pronunciate in Italiano e lui (se compatibile con la lingua del luogo) riprodurrà la frase tradotta nella lingua desiderata.

Per la vostra sicurezza

Gli imprevisti in viaggio possono essere molti, vediamo quindi come prepararsi ad ognuno di questi. La Farnesina offre un tool specifico per i viaggiatori con tanto di consigli utili sui documenti e gli avvisi particolari per paesi a “rischio”. Per i veri ansiosi è disponibile poi un software, Safe Trip, che vi fornirà il grado di pericolosità (con varie informazioni) di tutte le destinazioni nel mondo.

Per chi non andrà in luoghi pericolosi, ma prenderà comunque l’aereo può essere utile dotarsi di Find my Bags, che sincronizzandosi con tutte le compagnie aeree del mondo vi fornirà aggiornamenti in tempo reale sui vostri bagagli, magari smarriti.

Una sicurezza diversa è invece quella offerta da MeteoMeduse, un servizio della rivista Focus, che permette di monitorare la situazione delle meduse in Italia, segnalare avvistamenti di meduse e avere utili consigli su ogni tipo di medusa.

Utile anche tenersi aggiornati sul meteo grazie a software come ilMeteo che vi forniranno indicazioni molto dettagliate su ogni luogo del pianeta.

Viaggiare in auto

Per chi si sposta in auto un altro incubo invece li aspetta: il traffico. E in questo caso i software sono davvero tantissimi, tra i più famosi segnaliamo Michelin Trafic, e vi consigliamo di leggere un articolo dedicato su un blog amico. Se non avete un auto e volete invece aggregarvi a chi attraversa l’Italia, divendendo benzina e autostrata, niente di meglio dell’applicazione di carpooling.it che vi permetterà di trovare altre persone che cercano un passaggio o che lo offrono.

Quasi inutile elencare tutti i navigatori disponibili sul Market. Se non volete dovervi connettere a internet con Google Maps Navigation, può essere utile comprare le mappe offline di uno dei navigatori più famosi del web, come: NDrive, CoPilot, Navigon o Sygic.

Viaggiare in camper o in tenda

Se la vostra vacanza è a contatto con la natura (o quasi) allora forse avete scelto di spostarvi in camper o in tenda. Sono molti (e molti italiani) i software per scoprire i posti migliori dove parcheggiare il proprio camper o i migliori campeggi per montare la vostra tenda. La guida di Alan Rogers è una delle più famose a cui noi aggiungiamo Eurocampings e Camping Trip Planer (utile per creare una checklist di cose da portare in campeggio).

Conclusione

Come avete visto le possibilità sono tantissime, grazie ad uno smartphone Android e in base alle vostre esigenze una ricerca nel Market potrà darvi sempre nuovi spunti interessanti. Altrimenti potete sempre spegnere il vostro smartphone e lasciarvi guidare dall’istinto. O da una piantina.