wimm

Wimm Labs presenta lo smartphone Android più piccolo al mondo

Nicola Ligas

Mentre tutti i più grandi produttori di smartphone tendono sempre più ad allargare gli schermi dei propri dispositivi, Wimm labs imbocca decisa la direzione opposta, realizzando un modello che può essere messo al polso come un orologio, o attaccato come un portachiavi.

Le caratteristiche di questo “hobbit-phone” sono ovviamente assai particolari, date le dimensioni: display touch capacitivo da 1.4 pollici con risoluzione 160×160 pixel, processore a 667 Mhz e fino a 32 GB di memoria espandibile. Troviamo inoltre accelerometro, magnetometro ed una serie di software personalizzati, come orologio, visualizzazione dell’id del chiamante, preview degli SMS, calendario, meteo, ed una serie di micro app pensate appositamente per uno schermo di dimensioni tanto esigue.

Il sistema operativo è Android, ma sembra che gl’ingegneri di Wimm abbiano intenzione di usarlo solo come trampolino di lancio per realizzare un proprio OS apposito per questo smartphone, SDK compreso per incoraggiare la comunità degli sviluppatori. In effetti il robottino verde non è stato pensato per dispositivi di queste dimensioni ed è logico che per sfruttarlo al meglio sia necessario lavorarci su; vedremo poi se il risultato sarà usabile o meno.

Voi che ne pensate, meglio i modelli “grande schermo” o gli ultracompatti?

Fonte: Fonte