cover_android

Reactable Mobile, date sfogo alla vostra creatività musicale [Recensione]

Lorenzo Delli

Reactable nasce inizialmente come un innovativo strumento musicale, basato su un tavolo touch screen ed una serie di controlli fisici, costituiti da figure geometriche solide.

A seconda della posizione, della distanza e dell’angolo di rotazione dei controlli, il tavolo reagisce formando un pattern sonoro. La relazione spaziale che l’utente crea tra i vari oggetti simula il comportamento di un sintetizzatore analogico modulare. Reactable è stato utilizzato durante una performance live della cantante  Björk.

Il software dedicato al mercato mobile è stato recentemente adattato per tablet honeycomb e abbiamo colto la palla al balzo per fornirvi una review che vi possa servire anche da guida all’utilizzo di questa applicazione.

  • Interfaccia di utilizzo

L’interfaccia simula il tavolo touch screen che compone normalmente lo strumento. I blocchetti che costituiscono i controlli sono rappresentati simbolicamente nella barra inferiore a scomparsa (dopo cercheremo di capirne le funzioni); per inserirli basterà trascinarli sullo schermo (sempre tramite trascinamento è possibile toglierli). Certi elementi entreranno in contatto con altri fornendo delle modifiche all’effetto in uscita, altri forniranno la base della sequenza musicale che state creando. Il punto bianco in mezzo al tavolo è il punto di riferimento dove saranno connessi gli elementi fondamentali. Le linee di interconnessione tra il centro ed i controlli sono interrompibili in ogni momento: basterà simulare un taglio lungo la linea per interrompere l’output audio del settore selezionato. Con un doppio tap potrete zoomare su singoli porzioni dello schermo per meglio interagire con gli strumenti: infatti tramite rotazione di questi ultimi l’utente può modificare impostazioni quali frequenza di uscita, note musicali, volume e altro. Il doppio tap su un elemento invece apre un menù molto più completo, personalizzato per ciascun tipo. L’interfaccia risulta essere sufficientemente reattiva ed una volta presa confidenza permette di creare “table” (il nome tecnico usato da Reactable per indicare i lavori salvati dall’utente) molto velocemente e di ottenere ottimi risultati anche in mancanza di particolari conoscenze musicali. Fatto sta che parecchie impostazioni offrono un maggior potenziale a chi di musica ne è davvero pratico. Il menù (accedibile tramite il tasto funzione di Honeycomb, almeno per la versione tablet) permette, oltre che di pulire, salvare ed accedere al vostro database di table, di registrare la sequenza musicale e di riascoltarla in seguito, funzione che si integra perfettamente con lo strumento microfono di cui parleremo in seguito.

  • Controlli

I controlli disponibili si suddividono in quattro famiglie: generatori, effetti e filtri, controlli e controlli globali. Come abbiamo già detto alcuni servono per essere collegati direttamente ad altri controlli (come gli effetti ed i filtri) per ottenere in uscita un suono modificato, altri forniscono la base della sequenza musicali mentre altri modificano le impostazioni di tutti gli elementi inseriti nella table.

I generatori forniscono la base della sequenza. L’Oscillatore serve a modellare una forma d’onda che offre in uscita un suono standard sintetizzato. L’utente, oltre che selezionare una serie di forme d’onda predefinite, può tracciare a mano l’onda che preferisce. L’oscillatore, per funzionare a modo, necessita di un sequenziatore (fa parte della categoria “controlli”) che regola il ritmo e le note di uscita. Lo strato esterno indica la nota in riproduzione, mentre quello interno indica la tonalità. Loop Player mette invece a disposizione dei loop musicali utili a fornire una base di partenza per la creazione di nuovi tavoli. Potete anche assegnare più Loop al solito comando: tramite rotazione cambierete la traccia con la possibilità di impostarne fino a 4 diverse. Oltre ad una serie di loop predefiniti, sul sito ufficiale di Reactable, accedibile anche dalla versione mobile, è possibile scaricarne di nuovi creati dagli utenti.

Il Sampler, anch’esso utilizzabile in connessione ad un sequenziatore, è un oggetto che riproduce diversi tipi di campionamenti di strumenti musicali. Il suono, selezionabile da un ampia lista, viene riprodotto in singola nota dopo il trascinamento sul tavolo; tramite il collegamento al sequenziatore è possibile determinare la sequenza di note in uscita, il volume delle sequenze e la durata. Microphone, molto semplicemente, attiva il microfono del vostro smartphone/tablet per fornire una più ampia gamma di suoni alla vostra creazione.

Gli effetti ed i filtri sono utili ad introdurre modifiche temporali e sonore ai moduli principali. Il Filter filtra l’audio in uscita da un oggetto; anche qui sono disponibili alcune forme d’onda prestabilite che possono comunque essere modificate tramite doppio tap; tramite rotazione invece si regola la frequenza di taglio. Il Delay registra il suono in uscita dalla fonte, lo remixa e lo rifornisce in uscita ritardandolo; tramite rotazione è possibile decidere il ritardo dell’uscita audio e da doppio tap si può cambiare il tipo di mixaggio. Modulator offre una serie di effetti che fanno utilizzo della modulazione del suono, anche questo applicabile ad uno dei componenti principali. Anche il Wave Shaper raccoglie una serie di effetti che cambiano invece la dinamica del suono in uscita: è infatti possibile aggiungere effetti di distorsione (classica o digitale) o di compressione.

I controlli, come suggerisce il nome, inviano segnali di controllo agli elementi posti vicino a loro. L’LFO (Low Frequency Oscillator” spedisce i comandi di controllo sotto forma di oscillazione, oscillazione impostabile con ampiezza, frequenza e forma d’onda. Il Sequencer è forse uno degli strumenti più versatili di Reactable. Una volta collegato ad un Sampler infatti potrete letteralmente suonare la melodia che più preferite: in un’apposita griglia selezionerete le note da suonare in determinati intervalli temporali e in un’altra deciderete i volumi dei singoli intervalli; potrete inoltre decidere durata e velocità dell’uscita. La sequenza può essere impostata per essere monofonica, polifonica (a singola o multipla nota) o anche casuale. Accelerometer invece sfrutta l’accelerometro del dispositivo per inviare comandi: spostamenti lungo l’asse x controllano ampiezza e lungo l’asse y la tonalità dell’uscita.

I controlli globali non vengono connessi a nessun oggetto e fungono da modificatori universali per tutti gli elementi della table. Song Settings è utile a cambiare il tempo del tavolo (agendo da metronomo per gli elementi) e per cambiare lo sfondo di default. Output influenza il volume globale mentre Tonality la scala musicale in utilizzo.

  • Utilizzo

Come è già stato detto, prendere dimestichezza con tutti gli elementi di Reactable non è certo immediato. E’ anche possibile disporre sul tavolo più elementi dello stesso tipo: ad esempio inserire un Loop di percussioni ed uno melodico porta ad avere un’ottima base per una sequenza orecchiabile. Inoltre la possibilità di registrare le vostre sequenze vi permette di creare Loop che integrano gli elementi stessi di Reactable, ampliando il vostro database di effetti. L’interruzione tramite taglio delle linee che connettono gli elementi al punto centrale permette all’utente di sistemare i vari elementi e di introdurli mano mano che la sequenza prende forma, utilizzando la stessa gesture utilizzata per escluderli.

  • Riepilogando…

Forse Reactable non è un software alla portata di tutti ma le infinite potenzialità e l’interfaccia ottimizzata per Tablet ne fanno un “must have” per gli appassionati di musica. Il prezzo non è proprio abbordabile (7,99€) e se leggete le valutazioni sul Market alcuni utenti hanno riportato frequenti crash o addirittura l’impossibilità di avviare l’applicazione. Ad Androidworld è stata messa a disposizione una beta che non ha riportato nessuno di questi difetti ed è stata testata su di un Motorola Xoom e su di un Acer Iconia Tab  A500. Mi sento di sconsigliarne l’utilizzo su di uno smartphone in quanto ne ridurrebbe notevolmente le capacità di utilizzo. Per qualsiasi problema vi consigliamo comunque di contattare direttamente gli sviluppatori (può infatti risultare difficile sfruttare la politica del rimborso in quanto il software pesa diversi MB).

Link al Market