header

Google+ per Android, la recensione

Lorenzo Delli -

Dopo aver analizzato le funzioni della versione browser di Google+ vediamo cosa ha da offrire la versione mobile, già disponibile sul Market. Ricordiamo che è stato oramai fixato il bug che abbiamo sfruttato per invitare nuovi utenti e che dovrete attendere per utilizzare il nuovo social network di Mountain View.

  • Home page e barra delle notifiche

La schermata principale vi metterà a disposizione i link veloci all’elenco degli Stream, alle foto, le Cerchie e il vostro profilo. Inoltre è presente la funzione Huddle, una funzione di chat  di gruppo su cui ci soffermeremo successivamente. L’icona del vostro profilo si adatterà con la foto che avete scelto per vostro avatar.

In basso invece troviamo la barra delle notifiche, che potrà essere premuta o trascinata verso l’alto. Le notifiche riguarderanno tag, menzioni, commenti ai vostri post e quant’altro. Più che altro l’utilità di questa schermata è quella di riassumervi gli aggiornamenti in cui siete coinvolti in quanto l’applicazione vi segnalerà le notifiche stesse nella barra di sistema.

  • Stream e Circles

La schermata di Stream sostanzialmente mostra gli aggiornamenti dei vostri amici, senza distinguere fra le cerchie create dalla versione browser. Premendo su un post potrete commentare o aggiungere il +1 (l’equivalente del mi piace di Facebook). Scorrendo verso destra visualizzerete solo gli stream che sono localizzati nelle vostre vicinanze: l’applicazione prevede infatti un sistema di check-in (simile a Foursquare); premendo sul tasto con la spunta a sinistra del tasto dedicato alle foto si aprirà un elenco di location a voi vicine in cui fare il check-in. Il tasto a forma di matita servirà invece, come intuibile, a scrivere nuovi post. Ad ogni post potrete aggiungere la vostra posizione e una foto da scattare o scattata e con un tasto sotto quello di post potrete decidere con chi condividerlo, a scelta fra le cerchie create o fra singoli amici (questa opzione è effettivamente un po’ nascosta).

La sezione dedicata ai Circles offre semplicemente la visualizzazione ad elenco delle cerchie che avete creato: premendo su una cerchia avrete accesso ai post e alle foto della cerchia stessa. Assente purtroppo la possibilità di creare una cerchia direttamente dall’applicazione. Dalla schermata di profilo invece visualizzerete l’elenco dei vostri Stream, le foto e le informazioni su di voi che avete impostato dalla versione browser. Anche queste voci purtroppo non sono modificabili da mobile.

  • Foto e Huddle

La sezione dedicata alle foto suddividerà gli album fra le foto delle vostre cerchie, le foto in cui apparite, i vostri album ed infine le foto caricate dal vostro telefono. Rimanendo sulla schermata noterete che le immagini scorreranno stile presentazione. Aprendo uno degli album, oltre alla possibilità di visualizzare le foto che gli appartengono, potrete visualizzare anche i commenti allegati (e aggiungerne di nuovi) e zoommare (tramite pinch to zoom) a vostro piacimento. Premendo invece sulle sezione “From your phone” visualizzerete tutte le foto presenti in memoria sul vostro dispositivo; selezionando la spunta sotto le immagini potrete condividerle sugli stream.

Una delle funzioni più (o meno) apprezzabili è la possibilità di caricare istantaneamente le foto che fate su Google+: attenzione però, ciò non vuol dire che verranno caricate automaticamente sul vostro profilo; infatti ci vorrà la vostra autorizzazione per pubblicarle definitivamente e fino a che non verrà data le foto saranno visualizzabili soltanto da voi. L’opzione è naturalmente disattivabile dai settings dell’app.

La funzione esclusiva della versione Mobile è “Huddle” a cui avevamo accennato all’inizio dell’articolo. Si tratta essenzialmente di un sistema di chat  di gruppo. Tramite l’iconcina a forma di fumetto in alto potrete aggiungere gli utenti digitando il nome, l’email o direttamente il nome della cerchia. Purtroppo però, l’utente che partecipa alla chat deve essere sull’applicazione per ricevere la notifica di messaggio, bug che si spera venga risolto tramite i successivi aggiornamenti. Installando Google+ vi troverete nella lista delle app l’icona dedicata esclusivamente ad Huddle (il che potrebbe far pensare ad un evoluzione successiva del servizio, magari con un’integrazione alla video chat).

  • Per concludere…

Per essere un applicazione di un servizio ancora in via di sviluppo, la versione mobile di Google+ è davvero apprezzabile, sia per stabilità che per velocità di caricamento. Purtroppo alcune funzioni risultano poco intuitive e altre, disponibili nella versione browser, ancora assenti. In compenso il comparto Settings è molto curato e permette una completa impostazione delle modalità di ricevimento delle notifiche. Google+ è disponibile anche per Tablet (è stato testato su un Motorola Xoom). Il guanto di sfida a Facebook è definitivamente tratto!