apple vs samsung

Samsung replica ad Apple: “E noi vogliamo vedere i prossimi iPhone ed iPad”

Nicola Ligas

Lo scontro forense tra Apple e Samsung, circa le accuse di plagio mosse dalla mela morsicata, è tutt’altro che concluso; anzi pare che i due contendenti non soffrano affatto di panico da tribunale. Dopo il punto segnato qualche giorno fa dall’azienda di Cupertino, cui il giudice aveva accordato il permesso di visionare in esclusiva 5 nuovi modelli di Samsung, la replica della casa coreana non si è fatta attendere e la si può riassumere in un lapalissiano: “Voi volete vedere i nostri prodotti? E noi vogliamo vedere i vostri!”

Come ben si legge dall’immagine qui sopra le richieste di Samsung sono piuttosto chiare (per la versione completa andate qui): visionare la prossima generazione di iPhone ed iPad, indipendentemente da quelli che saranno i loro nomi, ed anche le relative confezioni e gli accessori in esse inclusi. Il pacchetto completo insomma. Ovviamente sottostando alla stessa clausola di Apple, secondo la quale i prodotti saranno esaminati solo dai legali dell’azienda e non dai suoi ingegneri.

Non si può certo dire che Samsung sia rimasta a guardare in passiva attesa, la replica è arrivata celermente ed è anche piuttosto pungente e pretenziosa. Abbandonando però sorrisi ed ammiccamenti alla casa coreana e leggendo con più attenzione il testo, ci si accorge che forse le richieste avanzate sono anche eccessive e soprattutto difficilmente concretizzabili.

Se il giudice ha permesso ad Apple di accedere ai prodotti Samsung, è abbastanza improbabile che conceda in tempi brevi lo stesso privilegio alla parte avversa; oltre a questo poi bisogna considerare anche la natura delle richieste dell’azienda coreana: iPhone 5 ed iPad 3 al momento sono ben lontani dall’essere già pronti con tanto di scatola e accessori, mentre i modelli che il tribunale ha concesso ad Apple di visionare sono tutti praticamente già pronti (Galaxy Tab 10.1, Galaxy Tab 8.9, Galaxy S II, Infuse 4G, Droid Charge).

Dunque cosa si nasconde dietro le richieste di Samsung (sempre che davvero vi si nasconda qualcosa)? E’ forse un tentativo di allungare i tempi processuali? O vuole solo mostrare i denti per far capire al rivale che forse è meglio mollare la presa? E il giudice cosa ne dirà? Voi che ne pensate?

Fonte: Fonte
Apple