causa

Paypal fa causa a Google per Google Wallet

Alberto De Marchi -

A quanto pare Google Wallet, la nuova iniziativa di Google per utilizzare la tecnogia NFC (Near Field Communication) come mezzo per le micro-transazioni, non ha avuto nemmeno 24 ore di tranquillità dalla sua presentazione prima di diventare motivo di scandalo e cause legali.

Questa volta a muoversi contro la casa di Mountain View è Paypal, che subito dopo l’annuncio di ieri ha presentato un documento di 28 pagine il cui concetto fondamentale è “Google si è appropriata indebitamente dei nostri segreti”.

Il fulcro di questa vicenda è Osama Bedier, è stato lui a presentare ieri la nuova tecnologia di Google, peccato che fino a poco tempo prima fosse un Executive proprio di Paypal per cui ha lavorato dal 2001 al 2011 e in cui era dedicato allo sviluppo dei mezzi di pagamento mobili e alle relazioni proprio col team di sviluppo di Android. L’accusa formulata è quindi che Bedier abbia svelato alcuni segreti della sua ex-azienda a Google (e ad altri produttori) prima ancora di trasferirsi e infatti un passaggio del testo prodotto da Paypal cita esattamente:

“Bedier and Google have misappropriated PayPal trade secrets by disclosing them within Google and to major retailers.”

Il discorso non finisce qui, infatti PayPal sembra se la sia presa anche con Stephanie Tilenius, Vicepresidente di Google per l’e-commerce (e anche lei ex dipendente Paypal) che sembrerebbe aver violato un obbligo di contratto assumendo proprio Bedier.

Al momento non è possibile capire se il tutto sarà destinato a procedere attraverso vie legali ordinarie o se le due aziende saranno in grado di trovare un accordo extra giudiziario, in ogni caso cercheremo di tenervi aggiornati su questa vicenda, sperando che Wallet riesca non solo a sopravvivere, ma ad arrivare anche in Europa e (magari) in Italia.

Fonte: Fonte