snap20110523_153732

CyanogenMod permette di revocare i permessi delle app

Nicola Ligas -

Nelle ultime nightly build di CyanogenMod (le versioni del firmware che vengono aggiornate quotidianamente) è stata introdotta una nuova funzione che farà sicuramente parlare molto di sé: la possibilità di poter scegliere di quali permessi un’applicazione effettivamente goda, indipendentemente da quelli che essa richiede al momento dell’installazione.

Come certo tutti ben saprete, prima di installare una nuova app su Android è necessario accettare anche i permessi di cui tale programma godrà sul nostro sistema, stabiliti ovviamente dallo sviluppatore. Ebbene, pare che lo scorso mese alcuni ricercatori della NC State University abbiano trovato il modo di andare a modificare tali permessi, ed ecco che infatti adesso CyanogenMod ce ne offre la possibilità.

Ma siccome un video vale più di milioni di parole, vi lasciamo col seguente filmato:

Indubbiamente molti potrebbero pensare “finalmente”, e per certi versi è così. Non possiamo però esimerci dal fare alcune considerazioni; in primis, quando serve davvero questa funzione? Se l’applicazione è ben scritta e “onesta”, non ne avrete mai realmente bisogno. Va da sé che in caso contrario potrebbe essere fondamentale bloccare l’accesso ai dati sensibili del nostro telefono; ma chi vorrebbe tenersi installata un’applicazione malevola, per quanto con i permessi bloccati?

Tutto questo fa sorgere poi un’altra complicazione: come sappiamo quali sono i permessi di cui un’app ha davvero bisogno e di quali può fare a meno? Siamo sicuri che questo non ne comprometta in qualche modo il funzionamento? Non sarebbe meglio se fosse possibile avere dati ben più dettagliati di un semplice “mi serve questo”, ed in base ad essi decidere, piuttosto che dover ricorrere a mezzi simili per armeggiare con i permessi. E gli sviluppatori che ne penseranno, dato che comunque sono loro a decidere di cosa le proprie app abbiano bisogno o meno?

La questione insomma non ci sembra proprio del tutto lineare, voi che ne pensate?

Fonte: Fonte
video