Cyberlords – Arcology, l’Action-RPG cyberpunk si innesta su Android [Recensione]

Stefano Petrone -

Cyberlords - Recensione by Buothz per AndroidWorld.itQuando ho visto gli screenshot di Cyberlords – Arcology nel Market mi è subito venuto in mente il mitico The Chaos Engine, colto dalla curiosità ho installato il gioco degli HandyGames in versione free che, con il suo “bannerone” – provatelo e capirete ndBuothz -, si sono rivelati seguaci di William Gibson, capaci di ricreare atmosfere cyberpunk in un action game con sfaccettature RPG.

Cyberlords HomeCyberlords è ambientato nel 2173, oramai il potere di governo è giunto al declino ed il mondo è controllato dalle multinazionali – se è per quello anche nel 2011 ndBuothz -. L’unica libertà rimasta agli esseri umani è il NanoGear, un chip che una volta impiantato nel corpo è un grado di aumentare le abilità e trasformare i corpi in armi letali. Dopo questa breve trama che comprende tutti i cliché del filone cyberpunk ci troviamo catapultati nella città di Arcologia Asgard.

cyberlords-arcology-gameplayIl gameplay è un qualcosa di geniale perché permette due stili di gioco differenti. Innanzitutto dopo i primi convenevoli incontrerete gli altri elementi del party, ognuno avrà le sue peculiarietà, e potrete decidere se giocare di forza bruta entrando violentemente nelle stanze e rasando tutto e tutti al suolo oppure pensando alla tattica migliore ragionando con il vostro cervello meccanico – impiantato probabilmente dalla Tyrell Corporation ndBuothz -. Il videogioco mi ha portato ad un gameplay ibrido, privilegiando in alcuni casi l’uso dell’icona clessidra che permette di pausare il gioco ed accedere agli inventari per equipaggiare armi oppure attaccare con le skills.

cyberlords-arcology-skillsL’introduzione di skills, degli upgrade delle abilità impiantate con i NanoGear, come ad esempio l’aumento di velocità o l’invisibilità, ed il buon numero di armi arricchisce notevolmente lo stile di gioco. La tensione dei combattimenti è però smorzata da due fattori che non mi hanno fatto impazzire, il primo riguarda la morte del personaggi che non porta al game over – che avviene solamente quando tutti i membri del party muoiono – e la possibilità di salvare ovunque e praticamente in qualsiasi momento. Avrei preferito dei save point e il game over più frequente, ho finito il gioco senza mai far morire insieme tutti i membri, Resident Evil ha insegnato che parte della tensione è anche nei salvataggi. D’altra parte però il salvataggio è estremamente comodo, gli Handy hanno inoltre implementato la funziona di auto-salvataggio.

Cyberlords Inventario Durante il gioco potrete trovare items o acquistarli con i crediti che farete durante l’avventura, troverete degli npc pronti ad assegnarvi le quest più difficili, ad offrirvi al miglior prezzo armi e kit curativi e potrete impiantare nuovi NanoGear grazie ad un dottore che troverete in città. Il mondo di Arcologia si divide in 10 zone principali che si divideranno a loro volta in sotto zone “nascoste”, l’area di gioco sarà consultabile completamente muovendovi con il touchscreen o utilizzando la mappa. Altra nota dolente, si poteva mettere un’icona alla mappa delle zone nell’interfaccia in game, invece il player sarò costretto a dirigersi nell’inventario di uno dei 4 personaggi per consultarla.

cyberlords attackL’interfaccia è pensata per poter comandare i 4 cyber amici in modo autonomo o per fare un’azione di gruppo, tappando l’icona del personaggio lo selezioneremo, tenendo premuto il tap accederemo al menù a comparsa con le skills e premendo nuovamente selezioneremo tutti e 4 i personaggi insieme. Avrete la possibilità di selezionare il tipo di attacco per ogni singolo personaggio, ad esempio il robot che vedete in foto può essere attaccato con il NanoGear specifico per mettere in difficoltà i mecca e nel frattempo riempito di pallottole. Pallottole che non sono infinite e sono condivise tra tutti i personaggi.

cyberlords shop Le possibilità di equip sono abbastanza vaste, troviamo vari tipi di attacchi corpo a corpo, armi, bombe e vari oggetti per aumentare l’armatura.

cyberlords searchNel gioco interagirete con diversi oggetti, alcuni si dimostreranno dei contenitori mentre altri permetteranno di aprire porte e recuperare chiavi per proseguire nei livelli. La longevità è buona, tra dialoghi, combattimenti e visita di tutte le zone di Arcologia passerete molto tempo in questo regno cyberpunk senza emozioni.

cyberlords graficaGraficamente vi troverete di fronte ad un gioco con la visuale a volo d’uccello, l’atmosfera cyberpunk è azzeccata in pieno, le animazioni sono sulla sufficienza. Nei livelli noterete il ripetersi eccessivo di elementi, probabilmente dovuto al piccolo team che ha sviluppato il gioco, comunque non tutte le zone sono identiche.
Il sonoro ricorda i “vecchi” MIDI usati per riprodurre i suoni, siamo sulla sufficienza mentre le musiche che vi accompagneranno sono idonee per il gioco.

cyberlords commento finaleCommento finale: se devo essere sincero è uno dei giochi che più mi ha entusiasmato sul mio smartphone Android. Cyberlords – Arcology non è l’ultimo ritrovato di grafica o quel prodotto software che sembra sbarcato da una console sui nostri schermi da 3″, sembra piuttosto un old game che gira su uno dei numerosi emulatori presenti nel Market. Non è esente da difetti: l’interfaccia poteva essere migliore, si poteva introdurre lo zoom per facilitare la navigazione nei livelli e il sonoro è poco curato.

Nonostante questo gli HandyGames sono riusciti ad impacchettare un prodotto essenziale dandogli personalità, profondità ed un cuore, la forza del titolo risiede proprio nella sua semplicità che vi farà vivere quell’atmosfera voluta da Alan E. Nourse in un innesto di pixel, per questo si merita una critica più che positiva.

Pagella di AndroidWorld:
Gameplay: 85/100
Grafica: 70/100
Sonoro: 55/100
Longevità: 79/100
Multiplayer: n.d.
Voto: 83/100

Trovate Cyberlords – Arcology sia in versione free che a pagamento (senza il gigantesco banner), il gioco è solo in lingua inglese e dovrebbe girare su quasi tutti i dispositivi visti i requisiti minimi richiesti davvero bassi.

Fonte: Fonte