htc_bliss_concept

HTC pianifica uno smartphone per il pubblico femminile

Nicola Ligas

Nella nostra recensione dell’Incredible S lo abbiamo definito uno “un telefono “forte” pensato sicuramente per un pubblico maschile”, ed in effetti confermiamo ulteriormente questa impressione, anzi potremmo addirittura spingerci più in là, affermando che molti dei terminali HTC hanno un look non proprio “al femminile”. Devono essersene accorti anche all’azienda taiwanese stessa, perché pare che abbiano organizzato dei focus group per sole donne, per capire meglio i loro gusti in termini di smartphone: il risultato si chiama, non senza una certa dose di autocompiacimento, HTC Bliss.

Questo è infatti il nome in codice del nuovo dispositivo a cui l’azienda starebbe lavorando, dedicato “all’altra metà del cielo”. Il colore dovrebbe spaziare sulle tonalità del verde, con il retro gommato per una migliore presa (l’immagine è solo un concept, realizzato non da HTC). Ci saranno due fotocamere, ovviamente una frontale e l’altra posteriore, ed anche lo spessore ridotto sarà uno dei suoi punti di forza.

Per quanto riguarda il lato software troviamo programmi dedicati allo shopping e alla dieta, oltre a dei wallpaper rilassanti, qualunque cosa questo significhi. Nessuna conferma invece circa la versione di Android, che ovviamente dipenderà anche dalla data di commercializzazione, ma visto il trend degli ultimi HTC ci aspettiamo che sia comunque aggiornatissimo.

Non è finita qui però, perché a quanto pare sono stati pianificati anche una serie di accessori: desktop dock con annessi altoparlanti, speaker con riconoscimento vocale attaccabile al vetro dell’auto, cuffie bluetooth abbinate, ed infine un indicatore di chiamata/messaggio in arrivo da attaccare magari alla borsa; questo sembra essere quanto pontificato finora da HTC.

Indubbiamente l’idea di un telefono al femminile è interessante, ma ci sentiamo comunque di fare un paio di considerazioni: anzitutto bisogna fare attenzione a non incappare in stereotipi, altrimenti si corre il rischio di irritare la clientela piuttosto che attrarla, seconda di poi c’è da considerare il fatto se un simile smartphone sia effettivamente un potenziale best seller o meno.

Voi che ne pensate, care lettrici? Idea vincente o marketing di basso livello? E casomai come lo personalizzereste il vostro telefono?

Fonte: Fonte