Forbidden Brakes, vietato frenare con il vostro smartphone Android [Recensione]

Stefano Petrone -

Forbidden BrakesCamel Heads Team probabilmente ha contattato Guido Meda per scegliere il titolo di Forbidden Brakes, “vietato fumare” anzi frenare nel gioco di corse con vista dall’alto per smartphone Android dove piccole automobiline faranno a sportellate per raggiungere la vetta della classifica.


mode
Sobrio, estremamente sobrio, è la prima cosa che viene in mente vedendo lo stile del menù e del gioco, viene offerta al pilota la possibilità di accedere a varie modalità di gioco: Time Attack dove si cercherà di stracciare il record, Single Race permette di cimentarsi in una corsa veloce sul circuito scelto e Championship che permette di accedere a vari campionati e sbloccare nuove piste.

ControlliE’ vero oltre la mia Peugeot 207 che originariamente era grigio fer – ora è color nero, lo sporco è come quei prodotti per colorare le magliette, solo che è gratis ndBuothz – devo pulire lo schermo del Defy, però quelle ditate che vedete sullo schermo non sono figlie di una mangiata di patatine fritte ma indicano i comandi. Le impronte digitali piazzate in bella vista indicano che con un tap lungo il bolide blu sterzerà, a destra se premerete la ditata a destra e nell’altro verso se premerete quella a sinistra. In alto ci sono i tasti di pausa e R che riposizionerà l’auto in caso di incidente. Non è possibile impostare l’accelerazione manuale: l’auto accelera da sola e dimenticatevi i freni!

GameplayMi raccomando non emulate il gameplay di Forbidden Brakes a scuola guida, per guidare un’auto bisogna frenare, impostare la curva ed uscire dalla curva in accelerazione. Ecco… i freni, questi sconosciuti in FB, in realtà sono sostituiti dall’angolo di sterzata. Più si sterza e più l’auto perderà velocità, aumentando però il drift che penalizzerà la velocità, quindi tirando le somme: meno sterzerete e meno frenerete quindi andrete più veloci. Vi insegno un hint che ho acquisito giocando, provate a tappare per periodi diversi lo sterzo, vedrete che riuscirete a prendere le curve senza fare esose sgommate e guadagnerete in velocità.

DifficoltàIl gameplay non si può riassumere solamente sulla tipologia di guida ma nelle sfide a cui verrete sottoposti durante le gare decisamente sottotono. Le cause sono varie, iniziamo con i “soli” 8 tracciati che durante i campionati imparerete a memoria, l’AI che lascia a desiderare visto che gli avversarsi seguiranno sempre una linea ideale variata solamente dalle collisioni e sopratutto la difficoltà del gioco che, alla lunga, risulta essere eccessivamente facile. Non vengo da Tavullia, non sono cresciuto macinando chilometri sulle curve del Nurburgring però ho vinto tutti i campionati alla prima giocata, e, come potete vedere dallo screenshot, vincendo praticamente tutte le gare anche degli ultimi campionati.

circuitiDopo aver vinto praticamente tutto mi sono rifugiato nell’unico elemento che potesse allungare la longevità: l’online scoreboard. Unico elemento multiplayer del gioco, se così si può chiamare, aumenta un pochino il numero di giri che farete nelle piste, certo che i “cammelli” avrebbero potuto lavorare su upgrade delle auto e fare una sorta di concessionaria per acquistare nuove auto.

GraficaCon questo gioco i Camel Head dimostrano di saper lavorare con i pixel offrendo un’ottima grafica, mentre per il sonoro si poteva fare di meglio. Il suono emesso dal bolide sembra provenire da una RC radiocomandata da una sola marcia e, a parte il rumore delle sgommate, ci sarà il nulla più assoluto, per questo gioco ci accontentiamo sperando che in lavori successivi avvenga maggior cura in questo reparto.

campionatiCommento Finale: i Camel Heads hanno fatto un lavoro egregio minato da piccole imperfezioni, vi divertirete sicuramente a guidare la macchinina blu sulle piste di Forbidden Brakes, nonostante la fisica non sia propriamente un capolavoro, anche se da un titolo arcade non ci si aspettano collisioni credibili o l’uso di controsterzi si poteva fare un lavoro più accurato, idem per l’intelligenza artificiale.

Se vi piacciono i racing games old school, siete cresciuti a pane e Supercars (o similari) dei Magnetic Fields questo sarà un titolo che farà scaricare la batteria del vostro smartphone Android, vi divertirete talmente tanto che quando accompagnerete la nonna al supermercato vi verrà voglia di farle rivivere una bel giretto in auto in pieno stile Forbidden Brakes: senza l’uso dei freni!

Pagella di AndroidWorld:
Gameplay: 90/100
Grafica: 75/100
Sonoro: 60/100
Longevità: 85/100
Multiplayer: n.d.
Voto: 85/100

httpv://www.youtube.com/watch?v=ErSgzpxBiTA