sidekick4g8

T-Mobile Sidekick 4G hands-on

Nicola Ligas -

T-Mobile Sidekick: non è certo la prima volta che leggete questo nome sulle nostre pagine, ma dopo tante speculazioni, annunci e presentazioni, era l’ora che arrivasse un hands-on del prodotto vero e proprio. Continuando a sperare di vederlo prima o poi approdare anche sugli italici lidi.

Partiamo dal prezzo, che forse è in questo caso la cosa meno interessante trattandosi di un modello transoceanico: si parte dal 99.99$ con contratto di due anni, salendo in caso di contratti minori.

Partiamo quindi dalla tastiera a 5 righe: bella, con i tasti ben costruiti e separati. Unico difetto: si sente troppo il “click” alla pressione, tanto che alla lunga può diventare fastidioso. Buono invece il meccanismo di sliding che protegge la tastiera, ed anche il resto del telefono sembra ben costruito, almeno per un modello di fascia media: certo si sarebbe potuto fare qualcosa di più, ma probabilmente anche il prezzo ne avrebbe risentito. Da segnalare la mancanza del led flash sulla fotocamera posteriore (e ovviamente anche su quella anteriore).

Dal lato software T-Mobile e Samsung si sono date da fare con le personalizzazioni (come vedrete nelle foto/video): l’applicazione musicale è stata ridisegnata, idem dicasi per il lockscreen che è anche configurabile per lanciare un’app in caso di swipe up; è stato introdotto un “jump menu” che permette di avviare l’applicazione che vogliamo in qualsiasi momento, sia tramite tastiera che touchscreen, ed infine i tab “phone, apps e contacts” si spostano sulla destra in modalità landscape.

Insomma i presupposti ci sono tutti affinché questo Sidekick si faccia apprezzare non solo dai nostalgici del vecchio modello: voi che ne pensate?

Fonte: Fonte
video