ss-2-320-480-160-1-89d5a7290bb97438bbf686d0c63a1e5ef5d107cf

MyTOBike: l’applicazione per il bike-sharing a Torino disponibile per Android

Luis Nittoli -

MyTOBike è un’applicazione non ufficiale per gli utenti di Tobike, il servizio di bike sharing della città di Torino.

Per chi non lo sapesse [To]Bike è un servizio per chi vuole vivere la città su due ruote: il bike sharing riservato agli abitanti di Torino ed a tutti coloro che frequentano la città per lavoro, svago o turismo. Abbonandosi al servizio è possibile prelevare la bicicletta in una delle tante stazioni presenti in città e depositarla in una qualsiasi, purché con parcheggi liberi.

Comunicato stampa a seguire:

Torino, 9 marzo 2011 – “MyTOBike è un’applicazione per smartphone con sistema operativo Android rivolta agli utenti di Tobike, il servizio di bike sharing della città di Torino, che ci permette di conoscere la posizione delle stazioni e sapere in tempo reale quante bici sono disponibili.
L’applicazione è gratuita.

Il bike sharing torinese è nato nel giugno dello scorso anno. Da allora si arricchisce ogni mese di nuove stazioni. Attualmente ne sono presenti una sessantina, ma l’obiettivo è di arrivare a 116.

L’applicazione per smartphone sfrutta il posizionamento GPS e le mappe di Google: dopo aver individuato la nostra posizione la mostra sulla mappa e evidenzia le stazioni del bike sharing più vicine. Possiamo scegliere se visualizzare tutte quelle previste dal servizio oppure limitare la vista a quelle attive.

Ogni stazione è rappresentata con un colore diverso in base a quante bici o spazi liberi ci sono e per ognuna possiamo conoscere in tempo reale la disponibilità di bici da prelevare e di spazi liberi dove posarle. Basta un’occhiata per individuare dove ci sono più biciclette.

L’applicazione, che supporta italiano, francese, inglese e spagnolo, è frutto del lavoro di sviluppatori indipendenti, non affiliati con i gestori del servizio di bike sharing.

MyTOBike può essere scaricata gratis dal market Android, via web al seguente link.

In alternativa la si può scaricare direttamente dagli smartphone compatibili cercandola sul market oppure riprendendo con la fotocamera il codice QR.”