screenshot

Android 2.3.3 permette di catturare screenshot senza permessi di root

Nicola Ligas -

Catturare la schermata del proprio smartphone è una cosa che prima o dopo è capitato a tutti di voler fare: per immortalare una home particolarmente bella, per salvare su immagine alcuni dati importanti o magari per scrivere un articolo di Androidworld.it! Peccato che finora, senza permessi di root, ciò fosse possibile solo usando il tool ddms dell’SDK di Android.

Dicevamo giustamente finora, perché l’ultima versione del robottino verde, la 2.3.3, che vi avevamo già presentato, introduce un’interessante novità su questo tema: a causa infatti di alcuni cambiamenti al modo in cui il servizio SurfaceFlinger gestisce ciò che cattura dal framebuffer, è possibile per le applicazioni fare uno screenshot senza bisogno dei permessi di root (se volete maggiori dettagli tecnici clickate qui).

Ovviamente si tratta di una caratteristica che per ora potranno sfruttare in pochi, ma visto e considerato che in molti l’avevano richiesta da tempo e che si tratta di un qualcosa già disponibile su alcuni prodotti della concorrenza, perché lamentarsi?! E voi con cosa catturate le schermate dei vostri Android?

Fonte: Fonte