Android e Devices: facciamo il punto della situazione

Diego Stamigni -

Salve cari lettori,

ho deciso di scrivere quest’articolo per mettere un po’ di puntini sulle i: vorrei chiarire una volta per tutte quello che sta accadendo attorno a noi, partendo dai dispositivi che sono appena stati presentati all’ MWC 2011 fino ad arrivare alle opinabili scelte di Google col Nexus S e di HTC con i suoi ultimi devices.

Voi che ci avete seguito, avrete sicuramente letto notizie riguardo la conferenza per eccellenza sul Mobile: l’MWC 2011; sono tanti i  vendors che hanno presentato dispositivi Dual Core: Samsung, Motorola, LG…tranne uno, HTC.

Nessuno si è chiesto come mai HTC abbia presentato cellulari dell’ideologia del Nexus S (monocore) ? HTC non è idiota, men che meno Google con il suo Nexus S, ci mancherebbe che il papà di Android sbagli a progettare il proprio device.

Come mai questa mossa da parte di HTC e di Google ?

Cerchiamo di capire assieme: prendiamo un nuovo smartphone dualcore come punto di riferimento (no, non prenderò il Motorola) come l’LG Optimus 3D e prendiamo dall’altro lato un Nexus S.

Noi tutti ci siamo chiesti come mai Google non abbia sfoderato uno spettacolare dual core, dual channel, dual memory, dual balls. C’è una motivazione ingegneristica di fondo, che magari ai più sfugge.

Vedere in giro tutti questi cellulari DUAL un po’ mi fa ridere, anche perchè di questo passo si arriverà ad avere devices con allegato un dissipatore per CPU 😉

Senza ombra di dubbio è  grazie a loro che il progresso tecnologico va avanti, ma se cercassimo di guardare la situazione da un altro punto di vista?

Osserviamo assieme questa slide (punteggio alto è migliore):

Questo è un benchmark che avete già visto probabilmente, riguardo i marks del browser. Notate niente di particolare? (no, non intendevo a quale posizione si attestino i dispositivi Apple 😛 ). Tra i primi posti ci sono i dual core, poi il Nexus S (monocore).

Guardiamo attentamente quest’altra (punteggio alto è migliore):

Un test grafico sulle OpenGL. Notate niente di particolare?

Tra i primi posti troviamo qualche dualcore, poi un Nexus S che addirittura batte il Motorola Atrix e il Galaxy S II.

LG è l’unica che vince in entrambi i confronti e sapete perché? Perché ha lavorato dove ha potuto/saputo mettere le mani sul sistema, così da ottimizzarlo per il potente hardware di cui sono dotati i suoi nuovi dispositivi. A rafforzare questa tesi, ci sono diversi video del Galaxy S II direttamente dall’MWC 2011 in cui si possono notare dei lag anche nel semplice scorrimento menu.

Ragazzi, stiamo parlando di smartphone dual core di nuova concezione con hardware all’avanguardia, perchè i risultati sono così scarsi? Cosa non va?

Android al giorno d’oggi non è ottimizzato per sfruttare il multicore, neanche HoneyComb lo è pienamente. E’ perfettamente normale che quei dispositivi DualCore riescano a distaccarsi come prestazioni così poso rispetto a un Nexus S; a mio avviso per poter godere della potenza dei processori dual core bisognerà aspettare Natale probabilmente (tranquilli, è solo una mia previsione); qualche novità nel Google I/O di Maggio ci sarà, ma chissà.

D’altronde bastava che tutti i produttori facessero come LG, ottimizzassero almeno in parte i loro sistemi in modo da farci almeno rendere conto che, in fondo, ci vogliono bene.

E Google invece? E’ vecchia? Perché Google ha progettato il Nexus S in questo modo? Perché il suo ultimo smartphone è la massima espressione di quello che adesso è Android e sarà per i prossimi mesi, come lo è stato per il Nexus One. Anche se ora pecca in qualche sciocchezza conosciamo il rimedio, tra l’altro BigG ci ha promesso che con un update avrebbe risolto tutte le pecche conosciute del Nexus S.

La stessa cosa l’ha fatta HTC, presentando dispositivi che attualmente funzionano benissimo e vengono sfruttati al 100%, a mio parere HTC ha fatto la scelta giusta.

Personalmente posso capire la vostra orgia di gioia, voglia di provare, acquistare, testare i nuovi smartphone presentati, ma sappiate che c’è tanto lavoro ancora da fare. Nella situazione attuale, installare un Dual Core senza ottimizzare Android 2.3 è come aver installato Windows XP su un PC con Intel Core i7 980, ram dd3 e SSD.

Voi che ne pensate?