memorykick-vision-06

Arriva da Nioncom il primo pico-proiettore con Android

Nicola Ligas -

Dopo aver testimoniato con i nostri occhi i suoi fasti su smartphone e tablet, dopo averlo visto su delle avveniristiche cuffie, dopo aver percorso kilometri in biciletta al suo fianco, dopo aver perfino sciato con lui, dov’è che ancora non abbiamo potuto provare Android? Sul proverbiale tostapane?! Purtroppo no: su un mini (anzi, pico) proiettore!

Al CES di quest’anno, tra i tanti gadget che sono stati presentati, ce n’era anche uno che non vi avevamo mostrato, ovvero un prototipo di mini-tablet con annesso proiettore realizzato da MicroVision. Non ci era dato sapere se dal progetto si sarebbe mai passati alla commercializzazione, fatto sta che alla Nioncom non ci hanno pensato su troppo: hanno preso l’idea e l’hanno portata fino in fondo (anche se le immagini trapelate finora sono per lo più renderizzate).

In termini matematici “pico” significa 10-12, ma non vi preoccupate, le dimensioni non sono così esigue. Il proiettore è lo stesso “PicoP” usato nel dispositivo di MicroVision, ma alloggiato in uno schermo da 4.3 pollici capacitivo touchscreen, con annesso hard disk da 2.5 pollici con dimensioni variabili da 500GB fino a 1TB. Troviamo anche una fotocamera da 5 megapixel, WiFi, Bluetooth, accelerometro, HDMI in e out, una porta USB, ed un alloggiamento per scheda SD, casomai ce ne fosse bisogno. Il tutto ovviamente gestito da un sistema Android, versione 2.2 per l’esattezza.

Nessuna conferma precisa riguardo al prezzo, ma sembra che Nioncom propenda per qualcosa intorno ai 500$. E voi che ci dite, lo comprereste a questa cifra?

Fonte: Fonte
android 2.2