Compilare Android [The Android Sources]

Diego Stamigni -

Salve lettori,

tutto bene ? Come va il weekend ? 🙂

Oggi, Domenica: una bella giornata di riposo; cosa c’è di meglio che compilare qualcosa? Quello che vi propongo oggi, che ci potrebbe servire anche in altri articoli di questo genere, è una “guida” su come compilare correttamente i sorgenti di Android.

In realtà, più che una guida, vuole essere un aiuto su quello che già è abbastanza rigoroso, Google How To. In questo link, che forse molti di voi già conosceranno, ci sono le linee guida su come compilare correttamente Android per ogni sistema operativo (proprio tutti?).

Perchè non scrivo una guida a riguardo? Perchè non c’è bisogno di tradurre quella guida; sono passaggi molto elementari e ben spiegati (al limite per chi non è una scheggia in Inglese, c’è Google Translate).

Ecco allora qualche dritta a riguardo per tutti:

  • Tenete ben in considerazione i requisiti per ogni sistema operativo.
  • Non c’è bisogno di alcun SDK anche perchè lo compileremo.
  • Sì, compiler(-emo)/(+ete) **anche** Gingerbread (o **solo**, questo dipende se da GIT scaricate il master, o semplicemente il pan di zenzero, di default Google vi fa scaricare tutto: fate come propone Google perchè alcune cose potrebbero servirci).
  • Prima del make, quando l’How To vi chiede di fare il “lunch” vi verrano proposti diversi devices, se avete un Nexus, scegliete Passion en, altrimenti andate di Generic.

Veniamo ai consigli divisi per Sistema Operativo.. (rido, capirete perchè):

Fratelli Linux:

Fratelli, sono felice di avvisarvi che avete quasi tutto a posto per rockeggiare:

  1. Consiglio una distribuzione Linux qualunque, purchè sia 64bit, altrimenti avete problemi in alcune parti;
  2. Un pupazzo del Pinguino davanti (io ce l’ho.. e voi ?)
  3. Liquido ingeribile e snacks
  4. Frigorifero USB (per il punto 3)
  5. Vi ringrazio perchè la maggior parte di voi possiede ancora felicemente portatili o pc-fissi, EURO 1, senza alcuna necessità di cambiare, anche se quel laptop pesa 7.2kg, è spesso 10cm ed ha ancora porte SERIALI
  6. Il make che compilerà i sorgenti vi leverà molto tempo, su un PC con QuadCore può volerci anche 1ora di compilazione (senza contare il tempo di scaricamento dei singoli sorgenti che dura parecchio)
  7. Per il punto 6, il punto 7 diventa esponenziale in base all’ EURO $X

Amici Apple:

Amici apple, che avete speso >=1000€ per il vostro Mac ultra-alla-moda, potete anche voi compilare Android in quanto siete Unix Based (sssh, non ditelo a Steve):

  1. Potete tutto con Snow Leopard e con JAVA 1.5 o 1.6, anche se è esplicitamente scritto che non potete compilarlo o che non è ancora implementato il supporto (probabilmente quella parte dell’How To è deprecata);
  2. Seguite i passaggi di creazione di una .IMG con Disk Utils perchè la partizione del vostro sistema non è Case-Sensitive: in pratica Ciao è uguale a ciao per Mac, questo non va affatto bene;
  3. Sì, avete bisogno di MacPort (o Port) che PORTerà i binari Linux sul vostro sistema ( bella cosa no ? 1000€ per un dualcore deprecated e avere roba che avrebbe girato su un Pentium 4 senza problemi 🙂 ) ;
  4. La IMG che create fatela almeno di 15gb, perchè credetemi, vi verrà voglia di fare tante cose in quella immagine disco;
  5. XCode: dovete registrarvi per scaricarlo (tranquilli, almeno questo è gratuito, e devo dire che è anche un’ottimo tool);
  6. Il resto potete seguirlo alla lettera, fino al fantomatico make che compilerà i sorgenti (aspettatevi almeno 1ora di compilazione e 80°C di temperatura del processore);

Windows:

Google non permette di compilare sotto questo SO, quindi, o installate una distribuzione GNU Linux scaricabile dal Web (tipo Ubuntu Linux), o andate nei negozi degli amici Apple, comprate un Mac per >= 1000€ e installate PORT così da poter avere features di Linux che avreste potuto avere Gratis (paradosso?) o magari andare nei negozi degli amici Apple, comprate un Mac per >= 1000€ e installate una distribuzione Linux per poter avere robe che avreste potuto far girare su un PC da 100€ grigio chiaro con 10mila adesivi sopra che vi attestano veri geek.

Scherzi a parte, se volete, compilate i sorgenti di Android, vi restituiranno una ROM AOSP in out/ e soprattutto ci serviranno per fare molte cose divertenti con i nostri Smartphone LINUX based.


NOTE: Se vi interessa seguire i miei articoli e credete di averne perso qualcuno (dato che trattano di smanettamento vario e divertente), potete trovarli tutti qui volta per volta, oppure seguire le pubblicazioni in diretta: i miei articoli vengono pubblicati tutti i giorni (se ce ne sono per ogni giorno) ma quello che è più certo sono gli orari: ogni 14:30 e, se c’è un secondo articolo nello stesso giorno), alle 20:00.

Questo invece è il link per il FORUM dove potete fare domande varie di Aiuto.

Ringrazio anche gli amministratori di AndroidWorld che mi permettono di scrivere questi articoli, a volte spinti e, spero, divertenti: ogni tanto qualche risata ci vuole.

Disclaimer: non mi servi ora ([segno di sollevazione]).

Avanti lettori di AndroidWorld.it, ne abbiamo ancora da fare insieme!
Diego Stamigni