Honeycomb non avrà bisogno di tasti fisici

Giuseppe Tripodi

Gingerbread è stato rilasciato da pochi giorni e siamo sicuri che tutti noi, Android maniaci, adesso giriamo per la rete alla ricerca di novità su Honeycomb, la prossima release. E per questo, ecco una piccola notizia: Android 3.0 non avrà bisogno di tasti fisici.

Come potete vedere dall’immagine, infatti, i tasti “Indietro”, “Home”  e “Menu” saranno integrati nell’interfaccia, rendendo potenzialmente inutili i corrispettivi pulsanti hardware.

A confermarlo è lo stesso Andy Rubin, che spiega che questo cambio porterà l’utente finale ad avere sempre i tre tasti integrati in basso a sinistra nella UI, indipendentemente dal modo in cui il device viene tenuto.

Ricordiamo, infatti, che secondo le ultime indiscrezioni, Honeycomb vanterà un’ottima integrazione coi tablet, è quindi una scelta utile ed intelligente mantenere sempre i tre comodi bottoncini nell’angolo inferiore sinistro, in modo che non ci siano varietà di utilizzo nell’uso in portrait o landscape.

Ovviamente, questo non precluderà la possibilità alle case produttrici di dotare comunuqe i dispositivi di tasti fisici.

Infine, a giudicare dall’immagine, sembra che cambierà la modalità di sblocco: probabilmente non più a trascinamento ma con un piccolo pulsantino da tenere premuto per riattivare lo schermo.

Fonte: Fonte