Cosa aspettarsi da Android Gingerbread 2.3?

Emanuele Cisotti

Gingerbread Nexus

Android Gingerbread 2.3 potrebbe essere presentato molto presto (forse il 6 Dicembre secondo alcune congetture). Ma cosa aspettarsi da questa versione di Android?

Ispirati da questo post abbiamo deciso di radunare alcune delle idee che circolano in rete:

  1. Un interfaccia rinnovata. Già lo sapevamo no? Barra di notifica nera e interfaccia più “dark”. Meno bordi alle applicazioni per rendere la UI più moderna. Possibilità anche di un nuovo effetto di blocco schermo.
  2. Near Field Comunications. Ovvero la possibilità di effettuare pagamenti semplicemente passando il telefono vicino a dei lettori. Sempre che l’hardware del vostro telefono lo supporti. Questa notizia è stata confermata durante l’ultima conferenza.
  3. Nuovo motion processing. In pratica il nostro telefono diventerà un controller della Wii. Più o meno.
  4. Video chat nativa. Questa è una delle voci che si ricorre da più tempo. Si parla quindi di poter effettuare video chat direttamente da GTalk.
  5. Market rinnovato. Divisione per fasce di età che possono usufruire dei contenuti, più screenshot nella scheda dell’applicazioni e anche la possibilità di inserire un video dimostrativo. Tutte novità molto golose.
  6. Google Music. E’ da quest’estate che si parla di uno store musicale di Google. Sarebbe un passo molto importante e sfiderebbe colossi cone iTunes e Amazon (fino ad oggi partner di Google).
  7. Supporto a schermi più grossi.  Lo avevamo scoperto grazie alle novità del Market. Si pensava che questa novità sarebbe stata rimandata fino a Honeycomb 3.0 ma forse con tutti i tablet che stanno uscendo Google potrebbe aver anticipato i tempi.
  8. Una nuova tastiera virtuale. Dopo l’acquisizione di Blind Type pensavate che sarebbe rimasto tutto uguale?
  9. Supporto per WebM e VP8. Sono i nuovi formati google per il coding dei video. Il sistema è stato pensato principalmente per Chrome OS, ma quasi sicuramente Google lo implementerà anche su Android.
  10. Youtube con supporto al broadcasting. Si tratterebbe della possibilità di fare streaming video direttamente dal vostro telefono. Emozionante, no?
  11. Google Me. In moltissimi parlano di questo Google Me. Si tratterebbe del social network di Google (potrebbe unificare molti servizi come Buzz, Gtalk, Picasa e molto altro). Sicuramente è un progetto molto più ampio di una semplice applicazione per Android, ma potrebbe essere questo il buon momento per un lancio congiunto?
  12. Game Center. Apple ce l’ha in modo ufficiale, Android ce l’ha in modo ufficioso (OpenFeint). Voci però parlano di un GameCenter unificato di Google dove caricare in tempo reale tutti i vostri risultati e sfidare gli amici. Non male, no?
  13. Nexus S. Le voci sono davvero molte ma c’è ancora un pò di alone su questo Nexus S più volte annunciato e poi disannunciato. Che sia un Nexus S i9010 o un Galaxy S2 i9100 sicuramente sarà un successo.
  14. Streaming audio da iTunes. Benché fosse fra le novità annunciate con Froyo ancora questo servizio non si è mai visto. Ma noi siamo davvero impazienti.
  15. Installare applicazioni da PC. Altra novità annunciata ai tempi di Froyo. Si tratta della possibilità di installare applicazioni navigando il Market da browser su PC.