Hands on: Htc myTouch 3G Slide

AndroiDani -

Sembra proprio che i ragazzi di Android and Me siano riusciti a mettere le mani sul fratello maggiore dell’ HTC Magic, che aggiunge al suo predecessore un display più grande, una tastiera fisica QWERTY, una Ram maggiorata e l’interfaccia HTC Sense di serie, elementi che potrebbero farne un interessante prodotto di fascia media.

Iniziamo dicendo che una data di lancio ufficiale ancora non c’è, ma circolano voci che possa essere commercializzato per fine maggio.

-Display : Sarà  un 3.5″ (forse AMOLED) quindi più grande rispetto al Magic che eravamo abituati a vedere

-Camera : Lo Slide dispone di una fotocamera da 5 megapixel con flash LED e autofocus. Come è ormai consuetudine nei dispositivi HTC di un certo spessore.

-Processore : Il processore con il quale questo terminale verrà equipaggiato sarà un ARM11 con frequenza di 600 MHz.

-Memoria : La memoria Ram è stata notevolmente aumentata, arrivando a 512 Mb, stesso quantitativo previsto per la memoria Rom. Il telefono dovrebbe essere venduto con una scheda microSD da 8 GB.

-Batteria : 1300 mAh come riportato in precedenza. Forse un po’ scarsa viste le notevoli dimensioni del display.

-Sistema operativo : Il sistema operativo sarà Android nella versione 2.1, al quale si aggiunge l’interfaccia Sense di HTC con qualche adattamento imposto dal carrier T-Mobile che collabora al progetto.  Una di queste modifiche sarà la possibilità di poter scegliere tra 5 e 7 schermate di home, utile per chi non fa uso intensivo di widget.

-Hardware extra : Lo Slide sarà dotato di un sensore di prossimità e di luminosità.L’altoparlante esterno ha un suono molto più potente del Magic e la trackball è stata sostituita con un trackpad ottico.

-Multitouch : Il Browser, Galleria, tutte le mappe e le applicazioni supportano il pinch-zoom

A prima vista sembra un terminale in grado di soddisfare tutte le aspettative di un utente senza pretese di avere il top tra le mani, possiede caratteristiche sia hardware che software interessanti e soprattutto la tastiera fisica che per molti è una comodità irrinunciabile, il che potrebbe invogliare all’acquisto  gli scrittori incalliti in cerca di un terminale Android.

Fonte: Android and Me