TIM non aggiorna i suoi telefoni. Di chi è la colpa?

Emanuele Cisotti

Che TIM abbia fatto una pessima figura con i suoi terminali Android ormai è risaputo. Facciamo un paio di premesse.

Telefoni TIM: fermo alla versione 1.1 di Android e con alcuni limiti di sincronizzazione apportati specificamente (per motivi misteriosi) in questa versione del firmware. fermo alla versione 1.5 di Android.

Telefoni Google Experience: I telefoni Google Experience sono quelli che usano una versione NON modificata di Android. Gli operatori e le aziende produttrici quindi non possono personalizzare il firmware ma godranno degli aggiornamenti ufficiali da parte di Google. In Italia l’unico telefono Google Experience presente è l’ di Vodafone. NESSUN altro telefono è GE in Italia.

E quindi? Quindi tutti i telefoni NON Google Experience non godranno in automatico degli aggiornamenti da parte di Google ma le aziende e gli operatori dovranno provvedere a creare la loro versione modificata di Android e dovranno poi distribuirla.

Come forse avrete intuito il Magic (GE) di Vodafone è aggiornato ad Android 1.6 mentre i dispositivi di TIM non sono ancora aggiornati.

Chi deve quindi provvedere all’aggiornamento? Ovviamente HTC! E’ HTC che deve creare un firmware personalizzato (secondo le esigenze) per i telefoni non GE.

E quindi di chi è la colpa? Beh, ragioniamo. Se TIM chiedesse di creare un firmware personalizzato per i suoi telefoni pensate che HTC si rifiuterebbe? Perchè HTC dovrebbe non voler guadagnare su un aggiornamento per TIM. Si certo guadagnare, perchè ovviamente una cosa del genere non puo’ essere fatta gratis.

Di chi è la colpa quindi decidetelo voi. Noi abbiamo provato a chiedere spiegazioni a TIM che non si è degnata di rispondere (e sono passati mesi, pensiamo che non risponderà più, che dite)?

Darete più importanza ora alla scritta “with Google”? Chiederete “per quanto verrà aggiornato il mio telefono” prima di comprarlo?