FM radio –> WEB Radio –> Alti consumi per Android!

acronimo

rtl 102e5105

Tutti parlano di web radio e di quanto siano performanti e valide sostitute della classica radio FM. Inizialmente l’euforia di testare un software di radio in streaming è alta, anche perchè ci si trova difronte ad una valanga di generi musicali ben strutturati e variegati a portata di dito ma poi dobbiamo scontrarci con i classici problemi di Android come ad esempio la durata della batteria e la connessione dati. Utilizzare una web radio comporta un notevole spreco di batteria a causa della connessione completamente attiva per non parlare dell’altoparlante praticamente sempre al massimo delle sue possibilità, uno spreco di megabyte da sottrarre al nostro conto mensile spesso di un solo GigaByte. In un test effettuato oggi ho riscontrato un volume di circa 90Mb in circa 2 ore e 1/2 poi il cellulare si è spento avendo esaurito tutta la carica residua, circa il 45%. Un’altro neo riscontrato è la mancanza di web radio italiane all’interno dei “circuiti” Android. Diversi programmi permettano di inserire url personalizzati ma alla fine la quasi totalità delle radio italiane usano il protocollo mms o protocolli non compatibili allo stato attuale dei software. Le uniche radio italiane presenti nel market e veramente usufruibili sono RADIO 105 e RTL 102.5 con i loro software dedicati sono davvero ben fatte ma rimangono nella sfera del consumo sfrenato di batteria e banda. Come mai i produttori si ostinano a non inserire moduli Fm all’interno dei cellulari Android? E’ forse impossibile attualmente gestire un modulo FM per Android? Un modulo Fm consumerebbe pochissima batteria e consumerebbe zero byte!!!