Recensione Motorola Droid (Sholes) (by BGR)

Emanuele Cisotti -

Motorola Droid

BGR ha avuto modo di testare a lungo il nuovo (Sholes) che sarà in vendita dal 6 Novembre con Verizon.

E a quanto pare il verdetto è molto positivo. Si tratta di un telefono potente, reattivo, completo e costruttivamente ottimo.

Il telefono è Google Experience (quindi niente ) e non ha nessun componente bloccato dall’operatore statunitense.

Hardware:

Fino ad oggi i telefoni Android sono sempre stati un po’ troppo “sottopotenziati”. Questo non si puo’ dire di questo Droid completo in ogni sua forma. Ecco le caratteristiche più rilevanti:

  • 256 MB di RAM
  • Wifi
  • GPS
  • Tastiera QWERTY di tipo slide
  • Bussola Digitale, Accelerometro e Sensore di prossimità
  • Fotocamera da 5 Megapiel con doppio flash a LED
  • Led di notifica
  • 4 tasti di navigazione sensibili al tocco
  • Jack da 3,5 mm audio

Il processore è un Texas Instrument a 550MHz. Se questi dati non vi entusiasmano non vi preoccupate. Il processore è molto più performante di quelli montati sugli odierni HTC.

Il telefono è costituito in parte in metallo e la sensazione è quella di robustezza (al contrario dell’). Lo slide non è a molla ma all’apertura e alla chiusura abbiamo un “click” che conferma il blocco dello slide.

Schermo:

Lo schermo da 3.7 pollici ha una risoluzione di 854×480 pixel e i colori che riporta sono molto brillanti. Nella redazione di BRG non hanno saputo dire però se lo schermo era in vetro o no, ma in ogni caso hanno riportato che ha un’ottima resistenza ai graffi. I tasti al di sotto dello schermo sono touch ma emettono una piccola vibrazione al tocco. Forse dei tasti fisici sarebbero stati meglio ma non ci sono stati problemi nell’utilizzo di questi tasti.

Tastiera:

Molti hanno parlato male della tastiera ma è meglio di quanto si possa pensare. I tasti non hanno un grande feedback ma questo è ricompensato dall’avere comunque un telefono sottilissimo. Sono poi presenti due tasti vuoti al lati, non cliccabili. La scelta è dovuta al non voler rovinare il layout da parte di Motorola. Il pad a lato è un po’ scomodo all’inizio ma poi ci si prende bene la mano. In ogni caso è sempre possibile usare la tastiera virtuale in entrambe le direzioni dello schermo.

Parte telefonica:

Motorola Droid è anche un cellulare. E telefona molto bene. Non c’è molto da dire, se siete pratici di Android vi troverete molto bene. In ogni caso, come tutto il telefono, anche nella parte telefonica il telefono è molto reattivo.

Batteria:

Sicuramente migliore di tutti gli altri dispositivi Android. Con tutti i tipi di sincronizzazione attivi (anche Facebook e Exchange) il telefono ha retto ottimamente una giornata di utilizzo. Meglio di qualsiasi altro telefono Android (anche del con cui è stato paragonato).

Accessori:

Interessante è la dock station che trasforma il telefono in una sveglia / lettore multimediale. La modalità viene attivata attraverso un magnete e ci si aspetta anche un supporto da auto che funzioni allo stesso modo.

Conclusioni:

Quando uscirà sarà il telefono probabilmente sarà il dispositivo del momento e sbaraglierà totalmente la concorrenza. Se il vostro termine di paragone è l’iPhone: l’iPhone a quanto pare non puo’ essere paragonato (carente per alcuni componenti hardware ma con una interfaccia unica). Per il resto il Droid sarà il telefono migliore sulla piazza.

Galleria:

Fonte: BGR

Recensione