Tanti modi per sfruttare l’emulatore di Android

acronimo -

emumagic

L’emulatore di Android è stato creato fondamentalmente per dar modo agli sviluppatori di testare le proprie applicazioni prima di pubblicarle sul Market ma come possiamo notare dal titolo dell’articolo possiamo usarlo anche per altri scopi e non solo possiamo applicare all’emulatore anche le skin dei nostri terminali preferiti. Questa articolo parte dal presupposto che abbiate gia installato e configurato il vostro sistema operativo per l’uso dell’SDK ed emulatore di Android. Le motivazioni per usare lemulatore quindi possono essere le più svariate, ne elencherò giusto alcune a titolo d’esempio con guide e screenshot:

ESEMPIO (testare nuove ROM) In

rete circolano tantissime ROM modificate o “cucinate”, come si dice in gergo, e spesso la curiosità di provarle è davvero tanta. Solo dover installare una nuova ROM sul nostro amato terminale spesso ci spaventa un po’ ed è anche noioso dover magari reinstallare tutte le applicazioni sempre con la speranza che la nuova ROM sia di nostro gradimento e che funzioni davvero. Ricordo inoltre che in tutte le nuove ROM il Market è sempre praticamente abilitato e funzionante. Questo è uno di quei casi in cui l’emulatore fa al caso nostro ma come fare?

hero1

Procedura per Windows:

  • Procurarsi la ROM desiderata nel formato unico “system.img” scaricandola da internet.
  • Creare un nuovo AVD (android virtual device) per sdk 1.5 (-t 2) che per facilità qui chiameremo “newrom” aprendo un CMD (prompt dei comandi) e spostandosi nella cartella tools dell’SDK digitare

android create avd -n newrom -t 2

  • sempre rimanendo nella cartella tools e dal CMD che abbiamo aperto precedentemente andiamo a creare una scheda di memoria SD virtuale ad esempio da 512Mb digitando

mksdcard 512M sdcard.img

  • adesso copiamo il file “system.img” precedentemente scaricato nella cartella dell’AVD che troveremo in C:\Documents and Settings\<user>\.android\<nomeAVD>.avd su Windows XP  o su C:\Users\<user>\.android\<nomeAVD>.avd su Windows Vista ricordandoci che “nomeAVD” sarà il nome da noi creato e in questo esempio “newrom” e “user” sarà il nome utente del nostro PC
  • lanciamo quindi il nostro emulatore con il CMD dalla cartella tools dell’SDK digitando:

emulator -avd newrom -partition-size 150 -sdcard sdcard.img

(ringrazio Verix di android-dev.it per aver insegnato la procedura sulle rom)

hero5

ESEMPIO (utilizzo del Market per testare o trovare applicazioni) capita spesso che nel Market presente nel nostro telefono non riusciamo a trovare alcune applicazioni oppure vorremmo installare qualche nuovo programma ma ci preoccupa magari la compatibilità o la funzionalità dello stesso oppure non vogliamo “sporcare” troppo il nostro bel firmware…Detto fatto, anche in questo caso l’emulatore di Android ci permetterà di scaricare e testare le nostre applicazioni preferite e lasciarle memorizzate nella cartella del Market delle applicazioni gia scaricate così da ritrovarcele direttamente dal nostro cellulare fisico.

hero6

ESEMPIO (creazione .apk ed invio al terminale fisico) Tramite l’Emulatore possiamo addirittura installare un’applicazione dal Market e crearci un pacchetto .apk di installazione per inviarcelo via mail al nostro dispositivo fisico o a quello di un amico, bello e pronto per essere installato. Per la procedura vi rimando alla

guida che ho inserito nel  forum tramite l’utilizzo di ASTRO file manager e APKatcher

galaxy-2-emulatore

ESEMPIO (non abbiamo una flat dati e vogliamo installare un gioco dal market) ci possono essere situazioni in cui non abbiamo una flat dati, oppure ci è scaduto il credito e non possiamo collegarci al market, ma abbiamo voglia di testare ed installare un’applicazione o un gioco. Semplice vi rimando al punto sopra: ESEMPIO (creazione .apk ed invio al terminale fisico)

galaxy-emulatore

ESEMPIO (non abbiamo ancora un terminale Android ma siamo curiosi di provarlo) Ammettiamolo Android ormai è ovunque e i media ci stanno bombardando con news e guerre dei prezzi su tutti i fornti. Noi siamo perplessi e non sappiamo se Android potrebbe fare al caso nostro quindi perchè non provarlo tramite l’emulatore e magari testare qualche nuova e accattivante ROM come riportato sopra per provare il brividio di essere virtualmente utenti ROOT? Non ci costa nulla, non è complicatissimo e possiamo toglierci lo sfizio di usare un blasonato G-phone in tutta tranquillità.

hero-emulator-skin

Infine penso che ci siano ancora molti altri modi per poter sfruttare l’Emulatore di Android e la fantasia qui ha il suo ruolo fondamentale….. a volte dimenticandomelo aperto sul desktop mi fa anche da notificatore di G-Mail come potete notare nello screenshot del Galaxy.

😉

guida