L’HTC Magic della Tim perde Google e acquista il T9

Emanuele Cisotti -

brand_tim_htc_magic

Finalmente è uscito anche l’HTC Magic di TIM e una cosa su cui casca l’occhio subito è la brandizzazione. Come si sarà comportata Tim rispetto alla concorrente Vodafone?

Ricordiamo che sull’HTC Magic di Vodafone la brandizzazione “fisica” del terminale si riduce alla piccola scritta grigia in alto.

E Tim?

Beh Tim è meglio che ripensi al suo modo di brandizzare i telefoni. Una delle cose di maggior effetto sugli amici è sicuramente la scritta “with Google” sul retro del telefono. E ovviamente Tim cos’ha fatto? Ci ha sostituito una bella scritta “TIM Hi-Speed“. Beh molto sexy come cosa. “Eh guarda ho il telefono nuovo!” “Cos’ha di speciale?” “E’ Hi-Speed!”… -.-

La medaglia però parrebbe rovesciarsi una volta avviato il software. Vodafone per avere quel logo di Google avrebbe rinunciato alla possibilità di montare un firmware diverso da quello standard. La Tim invece ha scelto di montare il firmware sviluppato da HTC che apporta molte migliorie, fra cui troviamo:

  • tastierino T9 per la scrittura
  • interfaccia più veloce e più fluida
  • menu della SIM
  • nuova interfaccia per le foto, con zoom della trackball
  • quickoffice preinstallato
  • client tweeter preinstallato
  • sfondi e icone differenti

Puo’ valere la pena? Forse si, forse no. Sicuramente la presenza del tastierino T9 per la scrittura e la presenza di quickoffice preinstallato fanno molta gola. Per i puristi però una scritta sul case vale molto più di qualche software. Che convenga aspettare e vedere se si riuscirà a mettere il firmware di Tim sul Magic?

Fonte: Telefonino.net